Domenica 17 Novembre 2019
   
Text Size

Il Vescovo: "Serve una Chiesa in uscita, e non autoreferenziale"

Noicattaro. Visita pastorale Vescovo front

 

Lo scorso 20 Gennaio, presso la Parrocchia S. Maria del Soccorso, dopo la celebrazione interparrocchiale, si è tenuto l’incontro vicariale presieduto da Mons. Francesco Cacucci (foto di archivio di Gianluca Palmisano).

Il nostro paese con le sue quattro parrocchie - S. Maria della Pace, S. Maria del Carmine, S. Maria del Soccorso in Noicattaro e S. Maria di Lourdes in Parchitello - appartiene all’undicesimo vicariato, con altre cinque parrocchie di Mola. Nell’incontro vicariale del 17 Settembre scorso, il Vescovo aveva consegnato ad ogni parrocchia il volume “Memoria, fedeltà e profezia”, un libro nella quale vi erano state inserite le lettere inviate a ciascuna comunità parrocchiale al termine della visita pastorale del Vescovo nelle parrocchie della vicaria nel 2011. Una lettura diventata lo “spunto per partire”, lo stimolo necessario per far di più, rispetto a quel che si poteva. Il fine di questa consegna era, appunto, quello di far ‘memoria’ delle visite pastorali nelle proprie parrocchie, accompagnato dall’invito del guardare con ‘occhi sempre nuovi’ il cammino delle radici della propria chiesa.

Diverse e tante le esperienze e i momenti affrontati in questi 5 anni dalle comunità. Il nostro paese e in primis la parrocchia S. Maria della Pace, ha visto l’entrata del nuovo parroco, don Vito Campanelli, il 1° Novembre; a seguire, il 25 Novembre si è riunito il Consiglio Vicariale per sintetizzare i progressi e gli impegni compiuti, per rendere unico il cammino parrocchiale e il rapporto tra i presbiteri. Allo stesso modo, mercoledì sera, si è voluto condividere assieme la sintesi, che un rappresentante per parrocchia ha esposto, riguardo la lettura delle 9 lettere.

Tre, i filoni comuni: il rapporto tra Chiesa e territorio, i giovani e i ragazzi della società attuale, e il ruolo della famiglia. Tre filoni ben collegati tra loro, al punto tale da incastrarsi perfettamente. Punto fondamentale della discussione è quello che ha preso di mira il dialogo tra adulti e ragazzi, un cammino intergenerazionale sempre più difficile da ottenere ma che rimane fondamentale per la crescita e per il sentirsi parte viva della comunità parrocchiale in un mondo in continuo mutamento. Una società giovanile che tende a chiudersi in locali privati e al non aprirsi al confronto. Particolarità che riflettono anche nelle comunità parrocchiali, a volte colme di diversità che, solo se messe in comunione con le altre, potrebbero diventare vere fonti di ricchezza. Per questo, tutte le parrocchie della vicaria sentono il bisogno urgente della comunicazione tra le chiese, una comunicazione in grado di avvicinarle e farle conoscere, un’urgenza utile anche per entrare a fondo nelle problematiche del paese.

Non escludiamo le complicanze dei fedeli di Parchitello, i quali, non solo lamentano la distanza dai paesi della vicaria che la portano ad isolarsi, ma anche il modico numero di ragazzi che, sia per il proprio tempo libero, sia per quello didattico, tendono a spostarsi verso i centri più grandi, frequentando poco o per niente la parrocchia.

Analogamente, non son mancati i lati positivi che vedono una Chiesa sempre più attenta ai bisognosi, alla cura degli ammalati, alla formazione di gruppi di AC, all’organizzazione di grest o oratori estivi che intrattengano dai più piccoli ai più grandi e alla presenza negli eventi folcloristici.

“Il cammino di comunità è sempre faticoso. Ci consola il fatto che non siamo i soli!”, ha affermato Mons. Cacucci, consigliando alla comunità di non temere troppo la distanza fisica, e di spingersi oltre. Un incontro formativo da tutti i punti di vista, che ha visto la partecipazione di una comunità desiderosa di una Chiesa nuova, di una Chiesa più conforme alle generazioni attuali e aperta allo scambio, una “Chiesa in uscita” e non tesa all’essere autoreferenziale.



[da La Voce del Paese del 23 Gennaio]

Noicattaro. Visita pastorale Vescovo intero

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI