Venerdì 06 Dicembre 2019
   
Text Size

“Frammenti di Luce”, musica per la Vergine Maria al Carmine

Noicattaro. Concerto meditazione al Carmine front

 

Presso la Chiesa del Carmine, sabato 23 Gennaio la Fondazione “Frammenti di Luce” ha dato vita al concerto-meditazione, interamente incentrato sulla contemplazione della Vergine Maria. Pochi gli strumenti a disposizione, ma essenziali e preziosi al punto da condurre i presenti verso la più assoluta meditazione. Un ringraziamento particolare va a don Giuseppe Bozzi, ma anche a tutti gli altri parroci di Noicattaro, quale don Angelo, in quanto hanno pensato a una simile esperienza nell’annuale contesto della festa inter-parrocchiale della famiglia, un momento ecclesiale particolarmente significativo.

La Fondazione nasce a Roma con il contributo di Suor Cristina Alfano - cantante solista dalle impareggiabili qualità canore - con il Coro Diocesano della città capitolina e con don Marco Frisina. Successivamente, la già citata Suor Cristina ha portato avanti l’idea unitamente a don Maurizio Lieggi, sacerdote diocesano, compositore, musicista, direttore del coro e dell’orchestra, consentendo al progetto di allargarsi progressivamente fino al punto da essere accolto con favore anche dall’Ufficio Liturgico di Bari. L’idea di fondo è il tentativo di continuare a evangelizzare, a raccontare la bellezza del Vangelo, la bellezza di Cristo, il figlio di Dio, che rappresenta il bello per eccellenza e raccontare tutto attraverso i molteplici canali dell’arte che la tradizione ci ha consegnato nei secoli.

Il concerto è così stato caratterizzato da un po’ tutte le espressioni artistiche messe assieme: immagini anche di opere d’arte, fotografie, canto, recitazione in alcuni brani, danza. Il tutto si è sapientemente mescolato dando vita al predetto annuncio gioioso, l’annuncio della bellezza. La Fondazione ha ritenuto opportuno affidare l’evento della serata proprio alla Vergine Maria, considerando che la comunità di Noicattaro è particolarmente legata alla Vergine del monte Carmelo, del resto patrona della città. L’invito è stato quello di mettersi sotto il Suo sguardo, invocandola come Madre di misericordia in questo straordinario anno giubilare, tentando di sentirla come compagna di strada, Donna dei nostri giorni, proprio come la definiva don Tonino Bello, grande vescovo della terra di Puglia.

Come riferito in apertura, il concerto ha avuto la primaria finalità di aiutare i presenti a contemplare Maria e con lei la figura silenziosa ma presente di Giuseppe e, questo, proprio attraverso gli scritti e le poesie di don Tonino Bello.


[da La Voce del Paese del 30 Gennaio]

Noicattaro. Concerto meditazione al Carmine intero

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI