Martedì 19 Novembre 2019
   
Text Size

Coro SoLaRe, spettacolo nella Chiesa di Torre a Mare

Torre a Mare. Concerto Coro SoLaRe front

 

Il primo mese del 2016 si è concluso con un grande spettacolo musicale ad opera del Coro SoLaRe dell’Istituto Comprensivo “Gramsci-Pende”. Il coro, nella Parrocchia di San Nicola a Torre a Mare, ha presentato “Un Nuovo Anno In…Cantato”, un concerto a dir poco coinvolgente diretto dalla prof.ssa Lucilla Daddabbo.

Sono stati cantati tanti generi musicali, infatti si è passati da brani di musica leggera a brani di musica popolare, senza tralasciare la musica internazionale, dando vita ad uno spettacolo emozionante che ha lasciato senza parole il pubblico. Ad incantare i presenti sono state le voci dei solisti - alunni ed ex alunni della professoressa - e la bravura del Coro, che ha sbalordito tutti quando ha cantato, alla perfezione potremmo dire, un canto in ebraico “Gam Gam”.

La scelta dei brani è stata fatta seguendo un filo logico, in quanto anche con la musica si può parlare di amore in tutte le sue forme; si possono ricordare persone care che ci hanno lasciato anche prematuramente e ricordare eventi drammatici della nostra storia come la “Shoah”, proprio per non dimenticare.

Ma per saperne di più sul Coro SoLaRe abbiamo intervistato il direttore artistico, la prof.ssa Lucilla Daddabbo.

Come nasce il Coro SoLaRe? Da chi è composto?

Il Coro SoLaRe è un coro scolastico formato da ragazzi delle tre sezioni di scuola media e delle sezioni della scuola primaria, in particolare parliamo delle quarte e quinte. Nasce nel 2001 da un progetto fortemente voluto da me. Oggi il Coro SoLaRe è formato da soli 45 ragazzi, probabilmente a causa delle numerose attività che questi svolgono, i quali comunque hanno fatto un lavoro eccezionale.

In cosa sono stati preparati i ragazzi?

Io innanzi tutto li ascolto per sentire il colore delle loro voci in quanto il coro si divide in due corde distinte, se vogliamo utilizzare nel tecnico: soprani e mezzi soprani, ma poiché parliamo di voci bianche possiamo dire che le prime voci sono quelle più acute mentre le seconde voci sono più basse, generalmente cantate dai maschietti; sono molto attenta all’intonazione anche se ci sono ragazzini che iniziano solo per passione e con il passare del tempo migliorano omologandosi al Coro.

Come mai avete proposto questo spettacolo nella parrocchia di Torre a Mare?

Ecco, a Natale purtroppo non è stato possibile farlo perché i ragazzi non avevano raggiunto la congrua preparazione, dato che abbiamo iniziato a provare da metà Novembre. Ma ho voluto comunque premiarli, per loro è un vero e proprio premio perché loro hanno voglia di fare spettacolo, vogliono farsi sentire dai genitori mettendosi in primo piano. Diventano i veri protagonisti della performance. Vogliono dimostrare di essere bravi. Dietro ad ogni canto c’era una storia che loro hanno cantato immedesimandosi. Sono molto soddisfatta e anche i ragazzi lo sono.

Ci sono altre esibizioni in programma?

Vediamo un po’ a fine anno o probabilmente anche prima; vorrei far partecipare i ragazzi a dei concorsi ma dipende dalla loro preparazione. È importante farli partecipare a concorsi o a rassegne perché farli uscire dalla loro quotidianità motiva i ragazzi tanto da farli rendere di più.


[da La Voce del Paese del 6 Febbraio]

Torre a Mare. Concerto Coro SoLaRe intero

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI