Martedì 22 Gennaio 2019
   
Text Size

Venti anni di Fratres, una realtà preziosa per la comunità

Noicattaro. Anniversario Fratres front

 

La Fratres Noicattaro è un’associazione nazionale dai fondamenti cristiani che sostiene la donazione di sangue come gesto di solidarietà, attraverso l’apporto di volontari che si impegnano periodicamente, quando ne hanno la possibilità, in un piccolo grande gesto che può contribuire a salvare la vita. Una rappresentanza di questa associazione è stata fondata a Noicattaro in questi giorni di Febbraio di venti anni fa, da un piccolo gruppo di nostri compaesani; durante questo lungo periodo di tempo l’associazione si è allargata, superando il migliaio di iscritti e diventando una realtà solida e collaudata nel territorio. Ne abbiamo parlato con Pasquale Dipinto.

In che modo si è formata questa associazione a Noicattaro? Quali sono stati i risultati ottenuti in questi vent’anni di attività?

Il Gruppo Fratres Noicattaro si è costituito il 10 Febbraio 1996, anche se l’affiliazione all’associazione nazionale della Fratres è avvenuta solo il mese successivo. Alcuni di noi avevano già una certa esperienza nel campo della donazione di sangue, in quanto già membri di un’associazione di Bari; spinti anche dal supporto dei due parroci don Tino e don Oronzo, abbiamo deciso di fondare questo gruppo anche qui a Noicattaro. La prima annata associativa si è conclusa con una cinquantina di iscritti; ad oggi, invece, contiamo su circa 1.700 soci, che hanno donato tutti almeno una volta. Abbiamo raggiunto un risultato medio di mille sacche all’anno. Da cinque anni a questa parte, nella nostra sede in via Telegrafo, attrezzata secondo le ultime normative europee in materia di donazione di sangue, produciamo stabilmente una raccolta al mese, con una cinquantina abbondante di donatori; in alternativa, diversi nostri soci si recano per abitudine in ospedale, nei centri trasfusionali, ad effettuare le donazioni. In particolare, abbiamo una collaborazione forte e duratura con l’ospedale San Paolo di Bari, che ci “presta” mensilmente un medico e degli infermieri in occasione della raccolta. Spesso riceviamo anche un numero di richieste maggiore di quello che l’attrezzatura e l’équipe medica ci consentono, così dividiamo i donatori nei mesi successivi in una specie di calendario delle donazioni. Insomma, il nostro gruppo è numeroso e ben assortito.

Quali eventi avete organizzato per la celebrazione del “vostro” primo quinto di secolo?

Lo scorso 7 Febbraio, l’ultima domenica di Carnevale, per festeggiare si è tenuta la “Festa del donatore Fratres” (foto di Carlo Caringella), un piccolo veglione carnevalesco presso la sala ricevimenti “Monte San Michele”, a Conversano. Un’occasione per i soci di stare insieme, accompagnati da famiglia e amici, per un pranzo all’insegna dell’allegria. Per domenica prossima, 14 Febbraio, è previsto poi il consueto appuntamento con la donazione mensile. In seguito, la domenica successiva, il 21 Febbraio, avrà luogo un’assemblea generale, che teniamo una volta l’anno, insieme a tutti i soci: dopo la Messa serale nella Chiesa del Carmine ci riuniremo nella palestra della vecchia scuola Pende, e presenteremo a tutti i membri che interverranno il bilancio dell’anno appena passato e il bilancio preventivo dell’anno in corso; li aggiorneremo su tutte le novità riguardanti il nostro gruppo, per quei membri che non vivono quotidianamente l’attività associativa; e, infine, saremo pronti a chiarire qualsiasi dubbio e ad accogliere tutti coloro i quali siano interessati ad affiliarsi all’associazione. Noi, comunque, siamo sempre disponibili per qualsiasi eventualità; anzi, colgo l’occasione per invitare tutta la cittadinanza realmente interessata alla donazione a recarsi presso la nostra sede: siamo lì ogni sera dalle 20 in poi, a completa disposizione, per fornire ogni genere di informazioni. Per quanto riguarda le altre manifestazioni in programma la prossima estate, come abbiamo fatto negli ultimi quattro anni, proporremo un evento musicale con delle “cover band”, che ha visto sin dalla prima edizione una buona partecipazione da parte del paese. Probabilmente quest’anno, in occasione del ventennale dell’associazione, organizzeremo qualcosa di più importante, anche se per il momento non abbiamo ancora definito nulla in proposito.

Che obiettivi vi ponete per il prossimo futuro?

Cercheremo di aiutare sempre più i centri trasfusionali, allargandoci il più possibile per poter accogliere ulteriori donatori. L’obiettivo della nostra associazione è da sempre quello di sensibilizzare i nostri compaesani sulla problematica di carenza di sangue negli ospedali, specialmente qui al sud; le manifestazioni che organizziamo ruotano tutte intorno ad uno scopo fondamentale: quello di farci conoscere il più possibile. Un altro obiettivo fondamentale che ci poniamo è quello di avvicinare maggiormente i più giovani all’associazione: al momento, infatti, nel nostro gruppo la rappresentanza giovanile attiva è bassa, e ci auspichiamo che in un futuro prossimo questa rappresentanza cresca, in modo tale da non trovarci impreparati quando arriverà il momento di passare il testimone.


[da La Voce del Paese del 13 Febbraio]

Noicattaro. Anniversario Fratres intero

Noicattaro. Anniversario Fratres front

Commenti 

 
#1 Michele 2016-02-23 20:28
Certamente è da prendere esempio da questo gruppo che ha sposato da 20 anni questa illustrissima causa senza pensare a far profitti o a rivestire cariche di supremazia.
A Mimmo dipinto un elogio particolare in quanto è riuscito a realizzare una giornata stupenda e perfetta in onore di un obbiettivo perpetrato da oltre 20 anni.
Perdonami Mimmo se dico questo, se ti candidarsi a sindaco e amministrassi il paese come amministri con i tuoi soci la fratres faresti un plebiscito di voti e risolleveresti il nostro paese.
PENSACI e dai una mano a questo paese che sta affondando nello sporco interesse personale fatto di finti politici burattini.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI