Lunedì 18 Marzo 2019
   
Text Size

Mostra Mercato, i bambini rompono la Pentolaccia

Noicattaro. Mostra Mercato front

 

Continua la “Mostra Mercato dell’Artigianato, del Libro, dell’Usato di qualità e del Collezionismo” che si tiene da Ottobre dell’anno scorso a Largo Pagano, ogni seconda domenica del mese. L’iniziativa è organizzata dall’Ufficio delle Attività Produttive del Comune di Noicattaro, in collaborazione con l’associazione “Noicattaro Sviluppo”, il GAL Sud Est Barese, PugliaPromozione, le associazioni territoriali Confcommercio, Confartigianato e Confesercenti.

L’ultima si è tenuta il 14 Febbraio scorso e, in occasione della prima domenica di Quaresima, si è svolta la rottura della Pentolaccia. “Un’idea nata per attirare l’attenzione dei cittadini, invitarli alla Mostra Mercato e far conoscere loro i prodotti artigianali locali dei nostri espositori, nonché far divertire i bimbi con la tradizionale pioggia di caramelle”, commenta Valentina Gasbarro, di “Noicattaro Sviluppo”, in qualità di organizzatrice.

Per l’occasione la pignatta è stata appesa al centro di due fili ad un angolo della piazza, e a turno i bimbi presenti, armati di bastone e con gli occhi bendati, hanno cercato di colpire l’oggetto contenente caramelle e stelle filanti. Dopo alcuni colpi andati a vuoto, è arrivato il colpo decisivo che ha rotto il fantoccio e provocato un coro di risa.

La rottura della Pentolaccia, in dialetto detta “a p-gn-t, ricorre in un giorno che ormai è fuori dai festeggiamenti carnevaleschi in quanto ricorre nella domenica dopo il martedì grasso. In alcuni paesi però, la Pentolaccia viene anche chiamata “Carnevalicchio” perchè simile ai festeggiamenti del Carnevale.

Inizialmente il rito della Pentolaccia si svolgeva in casa in occasione delle feste da ballo in maschera, e dopo la conclusione del ballo si procedeva alla rottura della “pignata”, che in realtà era un vaso di terracotta riempito di frutta secca; solo in seguito questa fu sostituita da varie leccornie come cioccolatini, caramelle o confetti.

Le spiegazioni date alla rottura della Pentolaccia sono varie, da chi sostiene che questa richiami i riti del Capodanno, poiché morendo offre i suoi semi per l’anno nuovo, a chi afferma che è un invito ad astenersi dai peccati di gola dopo l’ultima abbuffata di dolciumi in essa contenuti.

Il rito della Pentolaccia da sempre diverte grandi e piccini in ogni luogo del paese, e domenica scorsa è riuscita ad animare il nostro piccolo borgo antico.


[da La Voce del Paese del 20 Febbraio]

Noicattaro. Mostra Mercato intero

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI