Mercoledì 16 Ottobre 2019
   
Text Size

ITETS "Montale", giovedì la commedia di Edoardo De Filippo

Rutigliano. Commedia ITETS front

 

Giovedì 10 marzo, presso l’Auditorium dell’ITETS Montale di Rutigliano, alle ore 10.00 per le scolaresche e in replica alle ore 18.00 per genitori, parenti e amici, andrà in scena la commedia in tre atti di Eduardo De Filippo “Il Contratto”. L’opera è interpretata da studenti dell’ITETS “E. Montale” e della SMS “A. Manzoni”. L’adattamento e la regia sono a cura di Carlo D’Ursi, attore e regista, che, lo scorso anno scolastico, ha già sperimentato con successo, la collaborazione artistica tra le due scuole del territorio, con la riduzione teatrale e la regia de “La storia di una ladra di libri”.

Ferma è la convinzione del Dirigente Scolastico dell’ITETS “E. Montale”, dott. Andrea Roncone, promotore della rinnovata collaborazione tra i due Istituti, che a scuola si impara anche facendo teatro, esperienza formativa di grande valore, attraverso la quale ci si impadronisce di tecniche per imparare a lavorare in gruppo e a scoprire e gestire le proprie capacità e le proprie risorse: la voce, i gesti, l'interpretazione dei testi. Un'occasione preziosa e istruttiva di crescita culturale con se stessi e con gli altri, come individui e come gruppo.

 

Il Contratto

Geronzio Sebezio, per pura casualità, passa per essere colui che ha resuscitato il suo fratellastro, Isidoro. Questo accadimento porta il protagonista ad architettare una truffa capace di renderlo ricco, lui che, per alterne vicende familiari, è un classico povero in canna. La truffa suddetta consta nel far firmare, con spontaneo interessamento del coinvolto, un contratto in cui si chiede a Geronzio di essere resuscitati allorquando morte inaspettata li colpisca. Il firmatario in cambio dovrà perseguire una vita pia, avvicinare i parenti lontani ed aver creato intorno a sé una catena d’amore capace di riportarli in vita. E’ ovvio che egli non richiederà nulla in cambio, come recita il contratto stesso. Infatti, riuscendo ad amministrare il destino di una porzione dell’eredità del defunto ne trarrà il suo guadagno mentre i parenti, azzuffandosi in dispute ereditarie, saranno gabbati senza nemmeno accorgersene.

 

Carlo D’Ursi

Carlo D’Ursi, regista e attore teatrale, si è formato seguendo laboratori e stage tenuti da Enzo Garinei, Paolo Panaro, Teresa Ludovico, Enzo Toma, Roberto Negri, Francesco Capotorto, Cris Chiapperini, Roberto Corradino. Dal 1992 ha lavorato in qualità di attore in diverse compagnie Teatro d’oggi, Teatroinsieme, Teatro Kismet, Tiberio Fiorilli, Diaghilev, alternando generi diversi che vanno dalla commedia al dramma, passando anche dal teatro per ragazzi.

Rutigliano. Commedia ITETS intero

 

 

 

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI