Martedì 19 Marzo 2019
   
Text Size

"Noicattaro nel Cuore", consegnati i tre defibrillatori al Comune

Noicattaro. Defibrillatori front

 

Dopo quasi tre anni di intenso lavoro volto a sensibilizzare la società civile relativamente all’uso dei defibrillatori, finalmente il cerchio si chiude. Solo lunedì 29 Febbraio, alle ore 12.00, il Comune di Noicattaro ha ricevuto, per mani dell’associazione “Noicattaro Calcio”, i defibrillatori da collocare presso il Palazzetto dello Sport e il Parco comunale, e nello stesso giorno sono state consegnate alla stessa associazione le chiavi della teca realizzata più di un anno fa nella struttura dello stadio. Non c’era tempo da perdere. Con l’approvazione del Decreto Balduzzi (26 Aprile 2013), definita dagli esperti una misura illuminata, viene resa obbligatoria, per tutte le associazioni, la dotazione degli apparecchi salvavita presso le proprie strutture. Il fatto che sia passato del tempo prima di giungere ad una conclusione, denuncia - purtroppo è la verità - la mancanza nel nostro territorio di cultura sportiva e sottolinea la trascuratezza dell’aspetto di tutela dello sport.

Tra i promotori dell’iniziativa “Noicattaro nel Cuore” ricordiamo il medico Vito Ungaro, Franco Abbrescia, Francesco Langiulli e Giuseppe Latrofa. Nel corso della prima edizione “Noicattaro nel Cuore”, nel 2012-2013, con i fondi raccolti grazie alla lotteria di beneficienza sono stati acquistati tre defibrillatori. Stadio, Palazzetto e Parco Comunale le sedi predisposte ad accogliere i tre apparecchi salvavita. Per utilizzarli era necessario realizzare delle teche che potessero preservarli da furti o eventuali atti vandalici. Pertanto, alla luce di quanto detto, l’amministrazione comunale si impegnava a realizzare delle teche blindate, affidando temporaneamente gli apparecchi all’associazione. Temporaneamente si fa per dire, perché come già detto sono trascorsi ben tre anni. Nel frattempo comunque i promotori dell’iniziativa hanno più volte sollecitato l’amministrazione a risolvere la situazione in tempi celeri, senza ottenere, almeno nel primo periodo, una risposta concreta. La risposta è giunta solo lo scorso lunedì.

La seconda edizione - anno 2013-2014 - è stata un altro successo. Grazie ancora alle lotterie benefiche sono stati acquistati altri quattro defibrillatori, consegnati questa volta ai Dirigenti Scolastici delle scuole nojane nel Novembre dello stesso anno. Inoltre, l’associazione si è impegnata ad effettuare, a proprie spese, corsi di formazione e abilitazione all’uso dei defibrillatori, a cui hanno preso parte quindici delegati delle scuole e delle associazioni nojane.

Il nostro paese certamente con le misure intraprese ha tagliato il traguardo della civiltà. Un risultato eccezionale raggiunto grazie ai promotori dell’iniziativa “Noicattaro nel Cuore” e grazie alle numerose persone che hanno contribuito all’acquisto dei defibrillatori, attraverso i biglietti della lotteria.


[da La Voce del Paese del 5 Marzo]

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI