Giovedì 18 Luglio 2019
   
Text Size

“Una bella Settimana Santa, ma le strade erano pessime”

Noicattaro. Il priore Leonardo Boccuzzi front

 

La tanto attesa Settimana Santa è già passata. Tre giorni intensi, che però nascondono un lavoro certosino. Il punto della situazione lo abbiamo fatto con Leonardo Boccuzzi, priore della “Confraternita della Passione e Morte di Nostro Signore Gesù Cristo”. Buona lettura.

Come è andata quest’anno?

Bene, molto bene, almeno per quanto mi riguarda. A breve incontrerò tutta la Confraternita per fare il bilancio di quest’anno, ma posso dire che è andata molto bene. Siamo molto stanchi, ma soddisfatti. Organizzare la Settimana Santa non è mai semplice. Le spese sono sempre molte, ma cercheremo di coprirle. Il lavoro è molto, ma lo facciamo con il cuore, perché ci sentiamo di farlo, rinunciando anche ai nostri affetti.

Strade e cantieri aperti sono stati un grosso problema, vero?

Qualcuno su al Comune non ha capito che durante i tre giorni della Settimana Santa i Crociferi camminano a piedi scalzi. E questi si sono lamentati molto quest’anno, non tanto per il peso della Croce o altro, ma per le condizioni delle strade. Avrei voluto vedere qualcuno del Comune scalzo con una Croce addosso, e far comprendere loro la sofferenza. Immaginate che la strada dei Cappuccini, che di solito è quella tenuta peggio, quest’anno era una delle migliori! Così come è assurdo pensare di avere un cantiere a cielo aperto in piazza, punto nevralgico delle processioni. E poi, la Settimana Santa rappresenta per Noicattaro uno degli eventi più importanti dell’anno, motivo per cui tutto dovrebbe ruotare attorno a questo momento, anche l’inizio dei lavori pubblici.

La variazione del percorso, per quanto riguarda la processione dei Misteri, ha causato qualche problema?

Assolutamente no, anzi, è andata meglio. Molta gente è rimasta soddisfatta, perché non aveva mai visto passare la processione in quella zona. Abbiamo solo accorciato di poco il percorso quando abbiamo visto che la pioggia poteva causarci qualche problema, ma nonostante ciò abbiamo rispettato i tempi.

Diamo un’occhiata ai numeri: quanti Crociferi sono stati impegnati nelle varie processioni?

Il Giovedì Santo sono usciti una novantina di Crociferi circa, una decina in meno rispetto agli altri anni. Nella processione della Naca, invece, c’erano circa 80 Crociferi. Con l’Addolorata c’erano 33 Croci, come sempre, mentre nella processione dei Misteri c’erano circa un centinaio di Crociferi.

Il Giovedì Santo, però, abbiamo visto molti ragazzini che portavano la Croce...

È vero. Quest’anno abbiamo avuto una richiesta non indifferente da parte di minorenni, anche se parliamo comunque di piccoli numeri, e sinceramente non ce la sentivamo di dire di no. Anche perché stiamo assistendo ad un fenomeno in cui i ragazzi si allontanano sempre di più dalla Chiesa. Ragazzi che vivono la Settimana Santa solo come un modo per uscire di casa e fare tardi la sera. E anche per questo motivo abbiamo dato il nostro consenso. Ovviamente abbiamo chiesto ai genitori di accompagnarli, per motivi di sicurezza.

La gente ha partecipato alla Settimana Santa?

Con la piazza transennata, il colpo d’occhio era minore, ma la gente c’era. Alcune vie erano davvero piene, e siamo contenti per questo. Anche le strade interessate per la prima volta dal passaggio dei Misteri erano invase da fedeli, e questo consolida la scelta di aver cambiato il percorso del Sabato Santo. Certo, la pioggia ha spaventato qualcuno, ma la partecipazione è stata massiccia.

Per il prossimo anno, invece?

Come anticipato nella precedente intervista, a fine anno scade il mio mandato, quindi non sappiamo se sarò io il presidente. In ogni caso ci auguriamo di avere una amministrazione comunale attenta a questi riti, fiore all’occhiello di Noicattaro, con la quale interagire. Speriamo di riavere la piazza nuova, in modo da avere più spazio e far fare una bella figura al paese stesso. Per il resto stiamo già pensando alla manutenzione delle statue dei Misteri, alle cui basi ci sono dei tarli.

Vuole aggiungere altro?

Vorrei ringraziare pubblicamente i Carabinieri, la Polizia Locale e la Protezione Civile di Noicattaro. Un elogio particolare va a Pinuccio Pontrelli, responsabile dell’impresa di pulizia del nostro paese, il quale ci ha dato una grossa mano nel tenere pulite le strade interessate dalle processioni. Un grazie va anche alla Confraternita, alle Consorelle, a Padre Ermanno e Padre Giuseppe, e a tutta la comunità che, in un modo o nell’altro, ha contribuito alla buona riuscita di questa Settimana Santa.


[da La Voce del Paese del 2 Aprile]

Commenti 

 
#1 cittadi 2016-04-05 22:39
Se l argomento era la politica c erano gia tremila commenti..ma bisogna elogiare congratularsi con questa gente che ci mette tempo passione e cuore per regalare ancora e onorare le nostre tradizioni.bravo priore e bravi tutti i componenti.Se il paese vuole continuare sulla strada giusta e non sempre attacchi sotto nomi anonimi che mettono solo fango ogni argomento di politica pubblicato da noicattaro web non si dovrebbe piu' commentare questo sarebbe l ideale..la gente si diverte sotto nomi falsi o anonimi a creare polveriere. meglio la politica diversa dove l opinione si puo' esprimere in confronti pubblici ecc ecc
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI