Venerdì 23 Agosto 2019
   
Text Size

Rutigliano, Primavera internazionale al Liceo “Ilaria Alpi”

Rutigliano. Primavera Liceo front

 

La primavera del Liceo Alpi è tutto un fermento di progetti internazionali che coinvolgono gli studenti sia in partenze verso l'estero che in accoglienze.

Mentre due classi terze degli indirizzi scientifico e scientifico con opzione scienze applicate svolgono in questi giorni uno stage formativo a Londra mediante attività CLIL, altre due classi del triennio si apprestano a partire nel giro di poche settimane alla volta di un'altra capitale europea, Dublino, sempre per uno stage di attività CLIL. Tali attività CLIL permettono agli studenti più meritevoli (conoscenza certificata di due lingue straniere ad un livello almeno B2 del QCER ed esperienze internazionali) l’accesso alla certificazione “Certilingua”, un Attestato europeo di eccellenza per competenze plurilingui e competenze europee/internazionali, ottenuto da tre studenti in uscita nello scorso anno scolastico con una conoscenza dell’inglese addirittura a livello C1.

Tuttavia l'apertura all'Europa e al mondo del Liceo, come è stato già accennato, non è a senso unico, non porta cioè gli studenti solo a partire alla sua scoperta ma si concretizza in apertura all'accoglienza ed allo scambio di buone pratiche. L'internazionalità viene respirata infatti anche presso la sede del Liceo, non solo attraverso la presenza di due studenti stranieri (Hong Kong e Usa) per programmi di studio annuale e semestrale ma anche grazie alla presenza per sei settimane (fino a Maggio) di una stagista messicana che affianca i docenti nella didattica grazie al programma Global Citizen di Educhange, e non solo. Giunge infatti a completamento il percorso di scambio di classe, avviato nel Dicembre scorso tramite l'organizzazione no profit Intercultura, che ha visto la classe VE ospite del Liceo ungherese “BarcsiSzéchényiFerencGimnázium” di Barcs e che porterà dal 10 al 17 Aprile prossimo a scuola e nelle case di 13 studenti del Liceo altrettanti coetanei ungheresi. Gli studenti coinvolti sono impazienti di ricambiare l'ospitalità ricevuta in Ungheria e di far conoscere alla delegazione ungherese le bellezze del territorio pugliese, oltre che le prelibatezze culinarie e gli immancabili fischietti rutiglianesi. Allo scopo il Liceo si avvarrà del supporto di associazioni culturali del territorio, come l'Archeoclub di Rutigliano, sempre disponibile ad iniziative di questo genere.

I venti europei primaverili del Liceo questa volta non soffiano soltanto per gli studenti. Negli stessi giorni di aprile, infatti, è prevista la visita presso il Liceo di una delegazione di docenti finlandesi e di una docente spagnola per uno scambio di buone pratiche sul CLIL, acronimo per Content and Language Integrated Learning. Come ci spiega la professoressa Tanzi, referente del progetto, “il CLIL, introdotto in Italia dall'ultima riforma della scuola superiore, integra l'insegnamento di una lingua straniera e di una disciplina non linguistica e richiede una lunga formazione per il docente che oltre ad essere esperto della disciplina, deve conoscere la lingua straniera e la metodologia di insegnamento CLIL”. Il Liceo Alpi, da sempre aperto ai cambiamenti e all'innovazione, è stato pioniere nella sperimentazione di moduli CLIL con progetti extracurricolari ben prima della attuazione della riforma e può contare non solo su docenti già formati e su un discreto numero in formazione sull'aspetto sia linguistico sia metodologico, ma anche sulla presenza nel suo organico di due docenti selezionati come formatore e come tutor online nei corsi istituiti dall'Ufficio scolastico regionale della Puglia sul CLIL.

In conclusione, oltre alla primavera, al Liceo Ilaria Alpi arriveranno tante nazionalità, tante lingue diverse, tante esperienze differenti tutte accomunate dalla voglia di costruire un'Europa ed un mondo migliore che possa andare al di là delle differenze locali e dei tanti fili spinati.

Il Dirigente Scolastico, prof.ssa Angela Borrelli, dichiara con soddisfazione: “Nonostante per ognuna di queste attività sia richiesto un grande impegno di progettazione, pianificazione e realizzazione, tutta la comunità del liceo  crede fortemente che questa sia la direzione giusta per sviluppare una cittadinanza europea attiva e consapevole aperta al dialogo a all'arricchimento che qualsiasi esperienza di scambio possa riservare”.

Rutigliano. Primavera Liceo intero

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI