Mercoledì 23 Gennaio 2019
   
Text Size

Campionato di Cucina Italiana, sul podio Francesco Cinquepalmi

Noicattaro. Francesco Cinquepalmi al Campionato di Cucina Italiana front

 

Francesco Cinquepalmi, chef ventisettenne di Noicattaro, è salito sul podio, con la medaglia d’argento, al Campionato di Cucina Italiana della Federazione Italiana Cuochi, tenutasi dal 18 al 21 Marzo 2016, a Montechiari, in provincia di Brescia.

Francesco, come ha partecipato alla competizione e come si è svolta?

Ogni partecipante deve essere iscritto ad un’associazione regionale. Io difatti, faccio parte di “Trulli e grotte”, associazione che ha sede a Noci. In questa competizione vi erano varie categorie. Io facevo parte della categoria “Innovazione”, dove ci è stato richiesto di preparare un piatto con pesci poveri.

Con quale piatto ha ottenuto la medaglia d’argento?

Ho preparato una “rollina di sgrombro” con crema di ceci al limone, sgagliozza fritta, merluzzo confit, salsa al prosecco e bouquet di ortaggi.

Questo piatto è frutto di una sua invenzione?

Si, è una mia creazione che mi ha tenuto impegnato per venti giorni. Assemblavo vari ingredienti nelle varie prove, fin quando non ho raggiunto il risultato della “rollina di sgombro”.

Quali erano regole della competizione?

Dovevamo preparare in 45 minuti due porzioni di assaggio per la giuria, formata da giudici internazionali. Oltre poi alle regole base da seguire in cucina, come l’ordine, la pulizia e l’organizzazione del lavoro. Tutte queste andavano ad influenzare il punteggio finale.

Agli chef, per la realizzazione del piatto, viene messo a disposizione ogni cosa?

No, gli ingredienti sono portati da noi chef per valorizzare i nostri prodotti locali. Noi abbiamo a disposizione la postazione per la realizzazione e la cottura del piatto.

Come e quando è avvenuta la premiazione?

Il 21 Marzo è avvenuta la premiazione. Eravamo 100 partecipanti in quattro giorni e, ogni partecipante, doveva accumulare più punti. Di conseguenza il punteggio più alto viene medagliato. Io ho ottenuto 82 punti, classificandomi con una medaglia d’argento.

Sappiamo che ormai la sua esperienza in cucina è decennale. A quali altre competizioni ha partecipato negli anni?

Questa di certo non è la mia prima esperienza. Ho partecipato ad altre competizioni, classificandomi con due argenti, un oro e, l’anno scorso, ho partecipato alle selezioni della Nazionale, classificandomi secondo su nove in tutta Italia. In dieci anni di esperienza ho fatto parte del Nazionale Italiana Cuochi Junior e nel 2008 ho partecipato alle Olimpiadi in Germania.

Ma quando nasce la sua passione per la cucina?

È una passione che coltivo da piccolo. Eppure in famiglia nessuno fa questo. È una passione inspiegabile, che col tempo è diventata un lavoro, ma non resta mai solo tale.

A chi ha dedicato questa sua ennesima vittoria?

Di certo alla mia famiglia, ma il ringraziamento più grande va alla mia compagna e assistente primaria delle mie esperienze, Mariana Trisolini.

Ha progetti per il futuro?

Per il momento lavoro a “La Chiusa di Chietri”, con un nostro compaesano, Pierluca Ardito, team manager della Nazionale Italiana Cuochi. Ma penso sempre ad una crescita professionale.

Pertanto dobbiamo aspettarci un’ennesima competizione?

Di certo, non mi fermo qui. Ovviamente si può sempre migliorare per raggiungere l’oro.


[da La Voce del Paese del 16 Aprile]

Qui alcune foto

Commenti 

 
#1 marisagl 2016-04-25 14:14
Queste sono le persone che ci piacciono
Complimenti e in bocca al lupo
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI