Lunedì 17 Giugno 2019
   
Text Size

Da “Ciao Darwin” a Noicattaro: l’esperienza di Antonella Suglia

Noicattaro. Antonella Suglia a Ciao Darwin front

 

È il programma di varietà televisivo più seguito dagli italiani, e da oggi i cittadini di Noicattaro possono dire di aver visto una loro concittadina rappresentarli nella “tv che conta”. Parliamo del programma televisivo “Ciao Darwin”, il programma di Paolo Bonolis, in onda ogni venerdì su Canale 5, e di Antonella Suglia. La nostra conterranea ha partecipato alla puntata andata in onda il 15 Aprile scorso, durante la sfida “Io sono io” contro “Noi non siamo”, con il numero 35. Abbiamo intervistato la cittadina nojana con origini rutiglianesi, chiedendole di svelarci alcuni retroscena dell’esperienza negli studi di Canale 5.

Cosa l’ha spinta a partecipare a “Ciao Darwin”?

In realtà per puro divertimento. È un programma molto divertente, pieno di giochi e spirito di squadra. Ho partecipato anche per stringere nuove amicizie, vivere una bella esperienza e, perché no, per fare qualcosa di diverso, per rompere la monotonia. Bisogna fare qualcosa di diverso nella vita.

Come mai è capitata nella categoria “Noi non siamo”?

In realtà mi ci hanno messa. C’è un casting preliminare, seguito da una selezione. In base al tema della puntata puoi essere selezionato per una rispetto ad un’altra. La redazione di “Ciao Darwin” provvede a contattarti per tempo e ad offrirti mezzo pubblico, vitto e alloggio per tutto il tempo necessario alle riprese.

Non è stata coinvolta in nessuna prova. È una fortuna o una sfortuna?

È una fortuna. Il vero motivo per cui non ho partecipato ai giochi è per via della mancata consegna di un “certificato di sana e robusta costituzione” che attestasse l’idoneità a sostenere le prove. Per un qui pro quo, il tipo di documento che avevo presentato non era sufficiente, così sono stata esclusa dalle prove fisiche. Un peccato, perché avrei voluto giocare.

Avrebbe fatto la prova di coraggio?

Sì. Senza alcun problema. Si trattava di esser cosparsi di miele e becchime e restare immobili mentre vari animali mangiavano sul tuo corpo. C’erano capre, galline e altri animali di media taglia. Non ho paura di questi animali, avrei avuto più paura di topi, serpenti o animali aggressivi.

Consiglia queste esperienze ad altri?

Certo, la consiglierei a tutti. È molto emozionante, ti diverti, il tuo umore cambia e ti senti spensierato. Poi il servizio offerto dal programma è meraviglioso: non ti fanno mancare niente, diventi loro ospite.

Cosa le aspetta il futuro?

Nel frattempo provo con altri casting. Mi sono da poco presentata alle selezioni per il film “Marito e Marito” e “I Passi della Vita”. Ho partecipato anche alle audizioni per “Braccialetti Rossi”, “Quo vado” di Checco Zalone e tanti altri. Speriamo bene.


[da La Voce del Paese del 23 Marzo]

Noicattaro. Antonella Suglia a Ciao Darwin intero

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI