Martedì 26 Marzo 2019
   
Text Size

Torneo “Gaetano Abbrescia”, la 4^ edizione la vince il Bari. FOTO

Noicattaro. Torneo Gaetano Abbrescia 2016 front

 

Ottimo successo per la quarta edizione del Torneo di Calcio “Gaetano Abbrescia”, torneo giovanile riservato alla categoria Juniores, disputato al “Comunale” di Noicattaro nelle giornate di sabato 21 e domenica 22 Maggio. Bella cornice di pubblico per le quattro gare. Diversi gli addetti ai lavori presenti nelle due giornate. Bari, Crotone, Andria e Noicattaro le squadre partecipanti.

La competizione è nata nel 2013 per ricordare il calciatore nojano Gaetano Abbrescia, campione d’Italia Juniores nel 2006 con la maglia del Noicattaro e tragicamente scomparso nel 2008 all’età di 20 anni a causa di un terribile incidente stradale. Un’edizione particolare, quella di quest’anno, perché ricorre il decennale della storica vittoria rossonera.

Perfetta l’organizzazione delle associazioni A.S.D. Noicattaro Calcio e “Ragazzi del Cielo - Ragazzi della Terra”, con il patrocinio del Comune di Noicattaro e della F.I.G.C. Comitato Regionale Puglia.

È il Bari di mister Corrado Urbano - trascinato dai gioielli Gernone, Castrovilli e Lopez - ad aggiudicarsi il trofeo. In finale superato il Crotone 5-3 dopo i calci di rigore (1-1 al 90’). Nell’albo d’oro, dunque, la squadra biancorossa segue Noicattaro (2013-2014) ed Andria (2015).

Le semifinali del quadrangolare si sono disputate sabato 21. Nella prima il Bari ha sconfitto l’Andria di mister Corrado Cotta con il punteggio di 5-2. Per i biancorossi a segno Lopez (2), Castrovilli, Castellano e Pasquino. A seguire la seconda semifinale tra i padroni di casa del Noicattaro (allenati dal tecnico Angelo Sisto) ed il Crotone, neo promosso in serie A, guidato dall’allenatore Aniello Parisi. A spuntarla sono stati i calabresi con il punteggio di 1-0, grazie alla rete di Giannotti ad inizio ripresa.

Nella giornata di domenica 22, invece, sono andate in scena le finali. Girandola di reti nella finalina 3^-4^ posto tra Noicattaro ed Andria (2-3 il finale). Doppio vantaggio andriese alla fine del primo tempo grazie alle reti di Guadagno, al 9’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo, e di Gargano al 46’. Attimi di paura al 41’ per uno scontro fortuito tra il portiere andriese Castellano ed il suo compagno Guadagno: sostituiti entrambi per precauzione ma fortunatamente nulla di preoccupante. Nella ripresa reazione nojana. Al 1’ realizza Colucci di testa in mischia dopo un corner, e successivamente al 30’ Vitale su calcio di rigore per il 2-2. L’Andria si riporta in vantaggio subito dopo, al 31’: punizione dal limite di Di Cosmo che colpisce in pieno la traversa, il più lesto a raccogliere la sfera è Caponero che trova la conclusione vincente. Non mancano le polemiche e qualche tensione di troppo tra le due squadre, per un gol annullato al Noicattaro in pieno recupero dall’arbitro Ciniero di Brindisi.

L’ultimo atto è stata la finalissima Bari-Crotone. Poche emozioni, in una partita molto tattica. Al 5’ strepitosa parata del numero uno biancorosso Faggiano su tiro da distanza ravvicinatissima di Calderaro. Seguono un’occasione per parte con Castrovilli e Dubicras. Baresi in vantaggio al 40’ con Lopez, che di piatto al volo sfrutta alla perfezione un cross dalla sinistra. Nella ripresa subito Arnaldo per il Crotone ed il solito Castrovilli per il Bari ci provano senza fortuna. Al 37’ arriva il pari crotonese: punizione dal limite di Giannotti sulla barriera, Borrello sulla respinta trova lo spiraglio giusto. Niente supplementari, si va dunque ai rigori. Il Bari li realizza tutti e ne bastano quattro: Armenise, Yebli, Castrovilli e Ciampa quello decisivo. Al resto ci pensa il portiere Faggiano che respinge le conclusioni di Dubicras e Borrello.

Sono state premiate le quattro squadre, Gaetano Castrovilli del Bari come miglior giocatore del torneo, il capitano del Crotone Giuseppe Cuomo per il riconoscimento “Fair-play Francesco Dipierro” (in memoria del piccolo calciatore nojano della Pro Gioventù, scomparso nel 2010 a soli 11 anni). Targa ricordo anche per Agostino Divella, presidente di quel Noicattaro Juniores 2005-2006 Campione d’Italia dove militava l’indimenticato Gaetano Abbrescia.


[da La Voce del Paese del 28 Maggio]

Qui alcune foto

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI