Martedì 18 Giugno 2019
   
Text Size

Noicattaro rende omaggio al Capitano Giuseppe Porcelli. FOTO

Noicattaro. Cerimonia in ricordo di Giuseppe Porcelli front

 

Sono passati ormai ben 19 anni dal quel tragico incidente aereo nel quale perse la vita il Capitano di Vascello Giuseppe Porcelli, di Noicattaro.

Era il 25 Maggio 1997, e il comandante Porcelli, della Fregata Scirocco della Marina Militare, prese parte ad una esercitazione nella acque del golfo di Gibilterra. Doveva presiedere ad un summit con altri Comandati ma al rientro da questo incontro l’elicottero precipita in mare. Fu l’unico a perdere la vita; gli altri dell’equipaggiamento si salvarono per miracolo. A ricordare la dolorosa scomparsa, la cittadina di Noicattaro celebra, nel giorno del suo compianto, una cerimonia religiosa, svoltasi lo scorso sabato 28 Maggio.

Il 25 Maggio 2013 l’amministrazione comunale - allora presieduta dal sindaco Peppino Sozio, ha organizzato una cerimonia di intitolazione “Giardini Capitano di Vascello Giuseppe Porcelli” nell’area adiacente le vie San Vincenzo e Padre Tommaso Autiero. Una àncora ammiragliato, pescata nelle acque del mare Augusta, è stata donata dalla Marina Militare Italiana per assurgere a monumento in onore del Comandante Porcelli. Anche quest’anno la cerimonia religiosa è stata celebrata dal sacerdote don Giovanni Caporusso, della parrocchia del Soccorso, alla quale hanno preso parte le autorità comunali, i famigliari del Com. Porcelli e tutta la popolazione nojana.

È opportuno ricordare come già quattro anni fa, a Marmirolo, il capo radio-telegrafista del Com. Porcelli, che era stato alle sue dipendenze per più di sei anni, una volta trasferitosi in questo paesino alle porte di Mantova, ha voluto fortemente che la sezione A.N.M.I. - Associazione Nazionale Marina Italiana - di Marmirolo fosse a lui intitolata.

“Il Comandante Porcelli era un semplice ragazzo, figlio di umili contadini, che diventò uno tra i primi del corso in Accademia nel ruolo normale di Marina”, ha esordito un delegato dell’Associazione Marinai d’Italia che, insieme all’Associazione Arma Aeronautica di Noicattaro e di Gioia del Colle, ha reso omaggio al Com. Porcelli. Ma le parole di affetto spese per l’amato compianto tuonano anche da Rosa Porcelli, sua sorella: “Era una persona molto dolce, equilibrata e dai sani principi. Sapeva tener distinta la vita militare dalla vita privata. Teneva molto alla famiglia e ai suoi genitori”.

Tutti ricordano la timidezza del Com. Porcelli negli anni dell’adolescenza, subito svanita con la dura vita militare che ne hanno scolpito il suo temperamento. Ma il suo sguardo da sognatore non l’ha mai perso e anche quando è partito per l’Accademia, il suo pensiero era sempre rivolto alla sua famiglia, e ai raccolti delle piantagioni del padre. Morto nel compimento del suo dovere, i colleghi, ufficiali e sottoufficiali marinai che hanno avuto il piacere di imbarcassi con lui, reputano il Comandante Porcelli uno dei pochi che incarna l’ideale di uomo di mare.

La cerimonia religiosa si è conclusa con la benedizione della corona di alloro posta sul monumento e la lettura della preghiera del marinaio.


[da La Voce del Paese del 3 Giugno]

Qui alcune foto

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI