Sabato 17 Agosto 2019
   
Text Size

Danze, saggi e balli: Lute in festa nel Chiostro. FOTO

Noicattaro. Saggio Lute 2016 front

 

Serata di festa e di allegria quella presentata dai corsisti della Lute di Noicattaro, che sabato 28 Maggio, presso il Chiostro del Palazzo della Cultura hanno portato in scena tanto divertimento e gioia.

Ad esibirsi sono stati soltanto i laboratori in movimento. “Mentre nella mostra abbiamo esibito tutti i lavori dei laboratori di cucito, ricamo, pittura, decorazione, porcellana e chiacchierino, oggi proponiamo i laboratori in movimento quali scienze motorie, ginnastica, danze popolari, danze storiche e balli di gruppo”, ha detto Maria Zaccaro, presidente della Lute. Tenendo fede al tema “In…contro” che ha scandito tutti gli eventi presentati nell’arco di quest’anno, “stasera abbiamo affiancato ai corsisti anche un gruppo esterno, poiché abbiamo inteso il tema anche come incontro con chi è fuori l’Università. Al concerto del 20 Maggio abbiamo invitato un giovane pianista; un incontro-confronto con altre generazioni. Stasera, invece, abbiamo invitato un gruppo di Zumba e sarà un momento di riflessione e di considerazione sull’inserimento di questa nuova disciplina sportiva per il prossimo anno”.

Al suo 15° anno accademico, la Lute ha voluto ripercorre quelle che sono state le attività proposte in questi anni. Durante l’evento, infatti, i corsisti del laboratorio di danza - seguiti dalla loro insegnante da ben dieci anni - hanno proposto balli per ogni anno di insegnamento ricevuto. “C’è stata, da parte di tutti, corsisti e docenti, questa coinvolgente partecipazione nel ripercorrere le attività che si sono avute in questi anni. Sia nel coro, nel duo flauto e pianoforte, sia nelle attività motorie e artistiche, seguendo sempre il tema indicato dalla Federuni, che è il ‘diritto alla vita’ che noi abbiamo sviluppato”, ha chiarito Maria Zaccaro.

“In…contro” nel senso di condivisione, di pacificazione; ma “In…contro” inteso anche come scontro e quest’anno perchè, come ha detto il presidente della Lute, “abbiamo affrontato le celebrazioni del centenario della Prima Guerra Mondiale tenendo non solo convegni e seminari insieme con il Comitato di Gestione della Biblioteca Comunale, ma tenendo anche una rassegna cinematografica sul tema della guerra. Inoltre nel concerto del 20 Maggio sono stati riproposti temi verdiani, come il Nabucco, che riprendevano il tema dello scontro tra due popoli, lo scontro tra i babilonesi e gli ebrei che impedivano a quest’ultimi di raggiungere la propria patria”.

Sempre alla ricerca di novità per attirare nuovi iscritti, ma anche per migliorarsi e perfezionarsi, la Lute quest’anno ha inserito due nuove discipline quali lo yoga e la bio-danza, una disciplina emergente associata alla cultura del New Age. Per il prossimo anno accademico la Federuni ha assegnato come tema “Il diritto al cibo e all’acqua”. A essere coinvolte non saranno solo le discipline dei vari laboratori, ma interverranno laboratori di medicina per spiegare quanta importanza riveste l’acqua nel nostro organismo. Una piccola indagine è stata già intrapresa dal laboratorio di scienze del prof. Pellegrino, il quale ha condotto una ricerca sul territorio su quel che è stato l’approvvigionamento dell’acqua nel territorio pugliese con l’arrivo dell’acquedotto e quali erano i contenitori dell’epoca e il loro utilizzo, le famose cisterne. “Anche dal punto di vista sociale sarà interessante approfondire il tema andando a studiare quali sono quei paesi che ancora oggi non hanno accesso all’acqua e come il diritto a questo bene primario viene tutelato dall’Unione Europea, dall’Unicef e dall’Onu”, ha concluso Maria Zaccaro.


[da La Voce del Paese del 3 Giugno]

Qui alcune foto

Commenti 

 
#2 Ex Iscritto LUTE 2016-06-12 13:15
Fabrizio ha ragione, non si ferma mai la LUTE di Noicàttaro. Il troppo storpia , l'eccesso di euforia di quelle povere creature che si sentono così importanti con le vostre manifestazioni , rendono le stesse particolarmente antipatiche........
 
 
#1 fabrizio 2016-06-10 14:17
Signora Zaccaro ma non le sembra che sia giunto il momento di smetterla di ridicolizzare quelle povere creature che con la lute si sentono finalmente importantí?se potete pubblicate per solidarieta se non per pieta
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI