Martedì 25 Giugno 2019
   
Text Size

Ordine Francescano Secolare, rinnovate le cariche

Noicattaro. Rinnovo cariche OFS

 

Mercoledì 19 Maggio, presso la Chiesa dei Cappuccini, è stato rinnovato il Consiglio dell’OFS, ovvero l’Ordine Francescano Secolare. Coloro che appartengono a questo Ordine sono generalmente cristiani che si impegnano a vivere il Vangelo “alla maniera” di San Francesco d’Assisi, osservando delle specifiche regole approvate dalla Chiesa Cattolica. In realtà non ci sono dei requisiti specifici per poter entrare a far parte dell’OFS, potremmo dire che qualsiasi cristiano che si senta in possesso di una specifica vocazione potrebbe diventarne membro.

L’OFS rappresenta il Terzo Ordine della Famiglia Francescana, infatti essa è formata dal Primo Ordine costituito dai Frati, dal Secondo Ordine costituito dalle suore dell’Ordine delle Clarisse (il riferimento è a Santa Chiara) e infine dal Terzo Ordine costituito proprio dai laici che si aggregano nel cosiddetto Ordine Francescano Secolare.

A Noicattaro l’OFS è presente da oltre sessant’anni, e lo scorso 19 Maggio si è tenuto il rinnovo del Consiglio. Questo è costituito da alcune figure chiave che sono: il Ministro, il vice Ministro, il Maestro di formazione - che ha il compito di “formare” i novizi - il Tesoriere, il Segretario e due Consiglieri, a cui è affidato il compito di responsabili delle funzioni religiose all’interno della Chiesa.

Il Consiglio uscente era costituito dal Ministro Carlo Laudadio, dal vice Ministro Vincenzo Santamaria e da tutti gli altri membri sopra citati. Per i prossimi tre anni invece il Consiglio sarà così composto: Ministro Vincenzo Santamaria, vice Ministro Francesco Tagarelli, Maestro di formazione Giovanni Cacucci, Segretario Carlo Laudadio, Tesoriere Teresa Liturri, e Consiglieri Apollonia Didonna e Marino Anelli. Cariche assegnate da Ministro dopo la sua elezione.

Abbiamo rivolto qualche domanda al neo Ministro dell’OFS, Vincenzo Santamaria, che ringraziamo per la sua disponibilità.

Come nasce l’Ordine Francescano Secolare a Noicattaro e da quanti anni esiste nel nostro paese?

A Noicattaro l’OFS nasce nel 1954 e, a differenza di altre associazioni di Chiesa, il nostro è un Ordine riconosciuto in tutto il mondo. Ultimamente, circa 4-5 anni fa, nel nostro paese si è formato un altro OFS presso la Chiesa della Madonna del Soccorso.

Di cosa si occupa questo Ordine, e qual è il suo ruolo all’interno della comunità?

Il nostro Ordine si occupa prettamente di curare e supportare gli ammalati e i meno abbienti, di fare carità e, oltre a questo, anima le celebrazioni in Chiesa. Durante l’anno sociale abbiamo anche incontri con le Fraternità limitrofe con le quali ci confrontiamo e ci organizziamo e proponiamo i nostri interventi effettuati e quelli da effettuare durante l’anno.

Come si può entrare a far parte dell’OFS?

Chi desidera far parte dell’Ordine Francescano Secolare deve fare una richiesta scritta, che viene esaminata dal Consiglio, il quale, dopo essersi riunito, può decidere di ammettere il cristiano all’interno dell’OFS. Questo deve fare un anno di formazione grazie all’aiuto del Maestro e, solo dopo la decisione di quest’ultimo, il novizio può essere ammesso nella Fraternità. Viene anche fatto un giuramento davanti a Gesù Eucarestia, con il quale ha davvero inizio la vita del novizio all’interno dell’Ordine. I novizi, come tutti i membri dell’OFS, devono rispettare la regola francescana che è: passare dalla vita al Vangelo e dal Vangelo alla vita.

Lei quest’anno è stato eletto Ministro. Quanto è importante per lei ricoprire questo ruolo?

Per me è molto importante perché il Ministro è il primo responsabile di tutta la comunità, responsabile non solo a livello materiale ma anche a livello spirituale, di tutta la famiglia francescana. Infatti durante i nostri incontri (un paio al mese, ndr) si fa catechesi e si fa formazione, si legge il Vangelo e, prendendo gli esempi attuali del mondo d’oggi, si cerca di creare confronto e discussione.

Cosa si augura per questi prossimi tre anni di mandato?

Mi auguro che in questo triennio, io in prima persona riesca a dare il mio contributo, con umiltà verso la comunità di Noicattaro, anche attraverso spettacoli come il Presepe Vivente, cosa che noi già facciamo da anni, perché anche attraverso queste manifestazioni raccogliamo dei fondi che devolviamo in favore dei meno abbienti, fornendogli viveri di prima necessità.


[da La Voce del Paese del 3 Giugno]

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI