Lunedì 21 Gennaio 2019
   
Text Size

Rassegna “Padre Tommaso Autiero”, ecco le borse di studio

Noicattaro. Borse di studio Setticlavio front

 

Arrivata alla sua terza edizione, la Rassegna Musicale “Padre Tommaso Autiero” - svoltasi venerdì 27 Maggio presso la Sala Consiliare del Comune di Noicattaro - ha assegnato tre borse di studio ai soci-allievi dell’associazione “Il Setticlavio”.

L’idea di dedicare l’edizione a Padre Tommaso Autiero nasce dalla volontà del padre agostiniano di fondare l’associazione musicale. “Nel 1990 ‘Il Setticlavio’ nasce grazie all’iniziativa e al desiderio di questo grande padre agostiniano, il quale credeva molto nella cultura musicale quale elemento importante per la crescita dei giovani”, ha detto la maestra Chiara Lamorgese. “Ha incentivato me e il mio collega di allora, Vito Liturri, un affermato musicista nojano, a intraprendere insieme questo cammino”.

Nel 1995 “Il Setticlavio” si costituisce legalmente come associazione, e nel 2013, grazie a Vanni Dipierro, la scuola di musica incomincia a muovere i suoi primi passi nonostante i pochi strumenti a disposizione. “Quest’anno devo ammettere di essere fiera della scuola, perché c’è stato un bel ventaglio di strumenti. L’associazione è cresciuta molto in tutti questi anni, garantendo la qualità degli insegnanti, i quali hanno una carriera affermata alle spalle. Grazie a loro si è potuta allagare la conoscenza di altri strumenti. Partiti inizialmente con pianoforte, chitarra e canto, oggi disponiamo di fisarmonica, violoncello, tromba, sassofono e tastiera”, ha precisato la direttrice Lamorgese.

La Commissione esaminatrice, composta dal grande direttore d’orchestra, il maestro Giuseppe Pannarale (al quale è stato conferito il premio internazionale “Medaglia d’Oro Maison des Artistes” presso l’Università la Sapienza di Roma insieme al premio Oscar Ennio Morricone, ndr), dal maestro Michele Montepeloso (chitarra) e dall’insegnante di pianoforte Mariachiara Gianfelice, si è distinta per le variegate competenze artistiche che hanno contribuito a scegliere i migliori vincitori della rassegna.

Percussioni, clarinetto, fisarmonica, canto, pianoforte e sassofono si sono susseguiti in una sorta di staffetta tra i musicisti in gara, riempendo la Sala Consiliare di un armonioso suono a festa. Prima dell’assegnazione delle tre borse di studio, a tutti i partecipanti è stato consegnato un attestato di partecipazione e un attestato di merito, con un buono da spendere. Un incentivo e un ringraziamento per aver creduto nell’associazione e per essere stati costanti nello studio, le borse di studio sono state suddivise in tre categorie: prima categoria, 8 anni; seconda categoria, 12 anni; terza categoria 13 anni e oltre. Solo una categoria non si è costituita per l’assenza di iscritti relativi a quella fascia di età.

Per l’assegnazione dei tre premi sono stati chiamati Vanni Dipierro, sempre a sostegno dell’associazione nojana, Padre Ermanno e il presidente della Commissione, il maestro Pannarale, i quali hanno affiancato la direttrice de “Il Setticlavio”, Chiara Lamorgese, che prima di nominare i vincitori ha tenuto a precisare che a seguito di un ex aequo, “due bambini che hanno avuto lo stesso giudizio da parte della Commissione e dal momento che la terza borsa di studio non è stata assegnata perché non si è costituta la categoria, abbiamo pensato di dividere equamente questa parte tra i due musicisti”.

Il premio ex aequo è stato assegnato a Tommy Rescina (chitarra), Vito Mattia e Francesco Devito al pianoforte, a seguire Anna Marvulli (tromba) e Liliana Lasorella (chitarra). Entusiasti della rassegna sono stati, oltre agli allievi partecipanti, anche i membri della Commissione.

Alla domanda, qual è l’elemento cardine che forgia un vero artista, il maestro d’orchestra Giuseppe ha risposto così: “Noi la chiamiamo musicalità, essere predisposti per fare il musicista. Ma anche tanta passione, tanto amore e tanto sacrificio. A Domenico Modugno chiesero cosa servisse per fare carriera e lui rispose: Fortuna, fortuna, fortuna”. Ed è quella che noi auguriamo ai soci-allievi de “Il Setticlavio”.


[da La Voce del Paese del 3 Giugno]

Commenti 

 
#1 il correttore 2016-06-11 14:40
errata corrige: Vito Mattia e Francesco Devito sono una unica persona ovverosia Vito Mattia Devitofrancesco, vincitore della borsa di studio in pianoforte. Un sentito ringraziamento alla presidenza dell'Associazione Il Setticlavio per la sensibilita' e competenza dimostrata nel valorizzare i piccoli talenti musicali
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI