Martedì 18 Giugno 2019
   
Text Size

“Caldarazzo”, i 5enni salutano la scuola dell’infanzia. FOTO

Noicattaro. Manifestazione di fine anno alla Caldarazzo front

 

Il tema, ricorrente, del viaggio come conclusione della primissima tappa di un lungo percorso formativo che è solo all’inizio: si è tenuta mercoledì 15 e giovedì 16 Giugno la festa di fine anno degli alunni 5enni della scuola dell’infanzia “Caldarazzo-Scarola” di Noicattaro.

Sulle note di “Buon viaggio”, famosa canzone di Cesare Cremonini, i bambini hanno dato vita all’ultima manifestazione prima di spiccare il volo verso la scuola primaria. Con un’ospite d’eccezione: è venuta a trovarli infatti l’alta e buffa “signora Curiosità”, che ha promesso ai piccoli di accompagnarli durante tutto il loro percorso nel mondo, che sarà meraviglioso, dipinto di mille colori e con sfumature diverse, che lei aiuterà a scoprire.

Dopo questa breve introduzione, si è aperto lo spettacolo, diviso in più scene: protagonisti assoluti i bambini, che hanno dato vita ad una dimostrazione di tutto ciò che hanno imparato nel corso dei tre anni passati insieme, dimostrando anche di divertirsi molto. Durante il primo atto si sono cimentati in una piccola coreografia, ballando tutti insieme; nel secondo hanno mostrato la padronanza acquisita nella conoscenza e nell’utilizzo dei colori; il terzo atto è consistito in una piccola esibizione ginnica; nel quarto hanno inscenato una serie di fiabe, travestiti da Pinocchio, Tre Porcellini, Cappuccetto Rosso, Peter Pan e tra canti e balli; nell’ultimo atto i bimbi hanno rappresentato un gioco di lettere e numeri, poi, tutti insieme, hanno cantato una canzoncina in inglese sui colori.

Terminata l’esibizione, fra gli applausi di genitori commossi e felici, la signora Curiosità, richiamata a gran voce, è tornata a trovare i presenti e, strappando la parte superficiale di un pannello presente in scena, ha scoperto un grande collage di foto: frammenti di storia vissuta in tre anni, durante i quali i piccoli sono cresciuti e hanno reso “viva” la scuola, conferendole un’anima. La Curiosità ha infine salutato i bambini, promettendo nuovamente di rimanere per sempre accanto a loro e augurando buona fortuna per la futura avventura scolastica in nuovi contesti. Non poteva mancare la classica piccola cerimonia “da grandi” che conclude la scuola materna: emozionati, i bambini sono rientrati in scena indossando cappellini da laurea, e hanno ricevuto un diplomino attestante la frequenza alla “Caldarazzo-Scarola”.

I ringraziamenti hanno contraddistinto la parte finale della serata. I piccoli attori hanno concluso la loro performance con l’esecuzione di una canzoncina di ringraziamento rivolta alla scuola e agli insegnanti: “Grazie, scuola mia, non ti scorderò mai, quando andrò via nel mio cuore resterai”. La docente vicaria del Dirigente Scolastico del II Circolo Didattico “De Gasperi” ha ringraziato le insegnanti per il lavoro svolto e invitato i bambini ad accogliere con gioia il nuovo percorso che li attende, un percorso che li porterà a crescere ancora di più.

Infine una mamma, facendosi portavoce di tutte le famiglie, ha letto una lettera rivolta alle maestre, le quali hanno accompagnato i bambini in un difficile cammino con professionalità, dedizione e pazienza, non negando sorrisi e abbracci né risposte ai mille perché.

Effettivamente la scuola rimane la più importante collaboratrice della famiglia non solo nell’istruzione, ma anche nella trasmissione dei valori della convivenza e della condivisione, nell’educazione dei sentimenti e nell’interiorizzazione delle regole che sono alla base dei rapporti con le persone e del percorso di vita di ognuno di noi.


[da La Voce del Paese del 17 Giugno]

Qui tutte le foto

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI