Lunedì 19 Agosto 2019
   
Text Size

“Sabin”, i bambini non hanno più paura dell’acqua. FOTO

Jpeg

 

“Apprendimento non solo tra i banchi di scuola, ma anche praticando sport”. È lo slogan lanciato dal Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo “Gramsci-Pende”, prof.ssa Rosaria Giannini D’Ursi. Anche quest’anno, dopo il successo della quarta edizione, sono stati organizzati, con la preziosa collaborazione dell’associazione sportiva dilettantistica “Nova Almus”, giochi motori in acqua per i bambini della scuola dell’infanzia “Sabin”, nell’ambito del progetto “Splash…giochi in acqua”. Otto lezioni in tutto, durante le quali sono stati proposti esercizi propedeutici a terra pre-natatori e a seguire in acqua, ambientamento, galleggiamento, orientamento spazio temporale, spostamenti autonomi, sensibilizzazione respiratoria e conoscenza del proprio corpo. “Le lezioni, caratterizzati da un’impostazione fortemente ludica, hanno aiutato i bambini a diventare completamente autonomi in acqua senza forzature e rispettando i loro tempi di apprendimento”, hanno commentato le maestre, particolarmente entusiaste degli obiettivi raggiunti da ogni alunno.

Le lezioni, rivolte agli alunni di 5 anni, hanno avuto inizio nel mese di Aprile e si sono concluse nel mese di Giugno. A termine del progetto, nella mattinata di sabato 11 Giugno, si è svolta la manifestazione nel corso della quale i bambini hanno dato prova delle competenze acquisite. Gli alunni si sono esibiti nella piscina di “Una Hotel Regina”, sotto gli occhi sopresi dei genitori. Molti sono letteralmente rimasti a bocca aperta, perché mai avrebbero pensato che i propri figli potessero fare passi da giganti. E invece sì. Grazie alla professionalità e sinergia tra gli istruttori e il corpo docente, i bambini hanno preso dimestichezza con l’acqua. “Molti bambini, prima di iniziare il corso, avevano paura dell’acqua”, ha commentato l’istruttrice di nuoto. “Ora, invece, si muovono con disinvoltura”.

I bambini sono stati suddivisi in due gruppi: il primo si è esibito nella prima mattinata, a partire della ore 9.30; alle 11.00 invece si è esibito il secondo gruppo. Sotto gli occhi vigili degli istruttori, i bambini hanno giocato, galleggiato e in alcuni hanno osato andare sotto acqua. “I bambini giocano, ma in realtà stanno acquistando delle competenze”, ha commentato una maestra.

In maniera autonoma i bambini hanno fatto la doccia, infilato i braccioli e si sono sistemati sul bordo piscina. Una sequenza di azioni a conferma dei progressi fatti dai bambini durante questi mesi. Alla fine della manifestazione gli alunni hanno ricevuto gli attestati di partecipazione al progetto.


[da La Voce del Paese del 17 Giugno]

QUi alcune foto

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI