Lunedì 21 Ottobre 2019
   
Text Size

Un incendio al giorno. Un inizio dell’estate all’insegna del fuoco!

Noicattaro. Incendi front

 

La bella stagione, si sa, rende molte aree verdi altamente sensibili alle fiamme e non di rado capita di vedere andare a fuoco numerose sterpaglie per tutto il paese. Il problema è che, in questo inizio settimana, abbiamo assistito ad un incendio al giorno a rendere rovente l’avvio di questa estate in vari punti di Noicattaro.

Lunedì all’ora di pranzo è stato il caso dell’incendio nei pressi del ponte che collega via Casamassima a via Vecchia Rutigliano, con le fiamme che si sono propagate in una vasta area prima di esaurire la loro forza distruttrice. Martedì sera, alle 21 circa, il fuoco è divampato alle spalle delle case sul lato destro di via Mazzini, poco prima dell’incrocio con via Macario, avvicinandosi pericolosamente alle abitazioni dei cittadini. Infine, mercoledì, fra le 13 e le 14, è stata la campagna tra via Padre Tommaso Nicola Autiero e la Strada Provinciale 57 verso Torre a Mare, poco prima dell’ingresso del paese insomma, ad andare in fiamme, con l’incendio, che lasciando terra bruciata in una vastissima area, si è anche pericolosamente avvicinato all’asfalto, intralciando la circolazione visto che le fiamme sfioravano i mezzi passanti.

Negli ultimi due casi, vista la possibilità di seri danni a cose e persone, è stato provvidenziale l’intervento dei Vigili del Fuoco per far tornare la situazione alla normalità, nel primo invece le fiamme si sono esaurite senza l’intervento degli stessi. Insomma, visto come sta andando, converrebbe una postazione fissa dei pompieri nel nostro paese piuttosto che chiamarli ogni giorno ed aspettare il loro arrivo.

A parte gli scherzi, tutti questi avvenimenti indicano che qualcosa non va: pensate ad esempio all’incendio di martedì sera, come può aver avuto inizio senza l’imprudenza di qualcuno? Chissà, una sigaretta buttata via ancora accesa o la marmitta rovente di un auto accostata pericolosamente all’erba secca, per fare qualche esempio: le cause di un incendio, lo sappiamo tutti, possono essere innumerevoli, ma a quanto pare alcuni nojani proprio non badano alle conseguenze che le proprie azioni possono provocare.

Insomma, l’invito è a prestare la massima attenzione e a non sottovalutare il pericolo che può scaturire da un incendio, sia che esso si propaghi nel centro cittadino o fuori paese: prima di tutto occhio alla prevenzione, evitando qualsiasi comportamento che può provocarne il principio; quindi, nel caso in cui vi assistiamo, avvisare prontamente i Vigili del Fuoco, a maggior ragione se le fiamme sono nelle vicinanze di alcune abitazioni. Piccoli gesti di civiltà, in entrambi i casi, che vanno a braccetto con la sicurezza dei cittadini: diamoci da fare prima che la situazione sfugga di mano costringendoci a raccontarvi di un disastro!


[da La Voce del Paese del 2 Luglio]

Noicattaro. Incendi intero

Commenti 

 
#3 Mario Marinoni 2016-07-07 15:21
L'autocombustione è quasi impossibile. Se ci sono dei roghi la colpa è sempre del gesto di uno scellerato menefreghista!!! Spero vengano installate quanto prima le telecamere per il controllo del territorio
 
 
#2 superstufo 2016-07-07 12:59
Se quei terreni non venissero tenuti in stato di abbandono,questo non sarebbe successo perchè succede ogni anno e chi abita in zona deve sopportare il fumo.
 
 
#1 Zhang Jindong 2016-07-07 08:44
Fatevi un giro anche nel prolungamento di via madre Teresa di Calcutta (zona supermercato Famila) dove si vede del fumo salire verso l'alto non certo dovuto alla cottura della salsiccia di carne mista. E' vergognoso! Quasi ogni giorno si assiste a tutto ciò e per non parlare del cattivo odore che si sente ogni sera a partire dalle ore 19.30 circa, dovuto all'utilizzo sconsiderato dei fitofarmaci. La gente non capisce ancora la gravità di queste nefandezze e che cosa esse comportano (malattie incurabili giusto per intenderci).
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI