Venerdì 22 Marzo 2019
   
Text Size

Duello di Norimberga, ritrovato il Manifesto originale!

Noicattaro. Manifesto duello front

 

Ascoltato da La Voce del Paese, il prof. Vito Didonna racconta dell’inimmaginabile e inaspettato ritrovamento. Come egli stesso riferisce, la vicenda nasce dieci anni or sono quando decise di recarsi presso l’archivio di Norimberga con l’intento primario di reperire i documenti del duello avvenuto tra il Conte di Conversano e il Duca di Noja. Lo scontro in questione, svoltosi a Norimberga nel 1673 per contrasti di famiglia dovuti al possesso del bosco di Pannicelli in zona Turi, si concluse, com’è noto, con il ferimento del Duca di Noja. A evento ultimato, tuttavia, gli sfidanti si riappacificarono, tant’è che nel documento è scritto in chiare lettere che i due si baciarono per concretizzare appunto l’avvenuta unione tra le rispettive famiglie.

Sulla descritta vicenda, il prof. Didonna ha pubblicato ben due libri: “L’ultimo duello” - con la narrazione degli avvenimenti occorsi e la raccolta dei documenti originali dell’archivio di Norimberga - e “Il destino dei duellanti”, dove viene appunto preso in considerazione il percorso successivo intervenuto a segnare la vita di ognuno dei due sfidanti. In particolare, come si evince da questo secondo libro, un duellante divenne Conte di Conversano morendo di peste a Nisida nel 1697, mentre il duellante di Noja divenne prelato dopo varie scorribande e, dunque, vescovo.

In seguito alla telefonata di un amico, il prof. Didonna viene a conoscenza del sig. Agostino Montedoro di Torre a Mare, il quale, procedendo all’analisi dei documenti in questione, si è particolarmente prodigato in specifiche ricerche riuscendo a scovare negli archivi dell’Università di Francoforte e del British Museum il Manifesto cui nel presente articolo si fa riferimento. Si tratta di un documento abbastanza grande - 50x30cm - riportante i ritratti dei duellanti, caratterizzato inoltre da un impianto grafico in stile gotico estremamente interessante.

Qui si racconta la vicenda del duello con una puntualizzazione che tuttavia manca negli archivi di Norimberga. Vengono in sostanza descritti i lunghi capelli dei due personaggi, ma soprattutto viene dato risalto alle camicie indossate, intessute con filamenti d’oro e d’argento. Il documento conferma inoltre che il duello si svolse davanti a una folla innumerevole in una piazzetta di Norimberga situata nei pressi dell’ospedale e, soprattutto, che lo scontro avvenne a due mani, con tanto di spada e di pugnale. Nel manifesto è altresì confermata la chiusa finale tra i due, vale a dire la pace.

Nonostante la divisione del territorio tra Noicattaro e Torre a Mare, avvenuta durante il periodo fascista, il sig. Montedoro, appassionato di storia locale, evidenzia come i legami originari siano ancora forti. La scoperta da egli effettuata, aiuta non solo a ricostruire la storia del noto duello, ma dimostra anche che l’evento ebbe una risonanza europea straordinaria, sugellata nello splendido manifesto rinvenuto.

Ricordiamo infine agli interessati che, sabato 6 Agosto, alle ore 18.30, a Conversano sarà consegnato il manifesto del duello al sindaco di detta città, in cerimonia ufficiale.


[da La Voce del Paese del 9 Luglio]

Noicattaro. Manifesto duello intero

Commenti 

 
#4 paolo violante masse 2016-08-03 19:53
complimenti per il ritrovamento del documento che fa luce su cio' che avvenne a Norimberga.Finalmente si conoscono altri particolari sull avvenimento e soprattutto i volti e gli aspetti dei duellanti.Una piccola postilla:il bosco di Pannicelli era ubicato nel territorio di Rutigliano e confinava con quello di Conversano.Un bel ritrovamento,nuovamente complimenti.
 
 
#3 Mara 2016-07-11 21:59
Per hè la consegna di tale documento non avviene nelle mani dei due sindaci?
Come al solito la considerazione del nostro comune è sempre nulla
 
 
#2 vitodidonna 2016-07-11 12:08
sul manifesto è visibile il sigillo del British Museum...in ogni caso Caligola ti puoi recare in quel di Londra per controllare. Cordialità.
 
 
#1 caligola 2016-07-11 07:51
Vito Didonna è l'indiana jones nojano. Le sue "scoperte" sono vere o prodotto della sua fantasia?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI