Martedì 26 Marzo 2019
   
Text Size

In pensione lo storico dipendente comunale Michele Cafagna

Noicattaro. Michele Cafagna in pensione front

 

Ci sono figure all’interno della nostra città che quasi da sempre fanno parte della nostra quotidianità, persone che tanto siamo abituati nel vedere all’opera che nell’immaginario collettivo assumono quasi un peso istituzionale, come nel caso di lavoratori encomiabili la cui opera viene vista con affetto da tutti, anche nel piccolo gesto compiuto durante la propria attività. È questo il caso di Michele Cafagna, da ben 43 anni al servizio del Comune, davvero un pezzo di storia di Noicattaro che a partire dal 1° Luglio è svanito appunto dal nostro vivere quotidiano, essendo giunto alla meritata pensione.

Il signor Cafagna ha iniziato lavorando nella nettezza urbana 43 anni fa, quando gli operai erano ancora dipendenti comunali; poi, una volta esternalizzato il servizio, rimase tra i dipendenti comunali, occupandosi da allora sempre di tutto quel lavoro occulto della Polizia Locale: posizionamento della segnaletica verticale, manutenzione di quella orizzontale, buche stradali e così via. Mansioni di estrema importanza ma svolte, diciamo, nell’ombra, permettendo ad ogni cittadino una migliore fruibilità delle nostre strade, con un lavoro essenziale. Pensate ad esempio nel caso della festa patronale: quanta segnaletica da implementare per deviare il traffico e quanto altro lavoro da compiere, per far passare tranquilla la gente per le vie centrali. Durante una passeggiata in tali periodi, di certo, noi comuni cittadini non pensiamo a quanto lavoro ci sia voluto per godercela in tranquillità: bene, quel lavoro era da tanti anni svolto da Michele Cafagna.

Perdere lui, come ci confidano molti suoi colleghi, è davvero un brutto colpo: pensate magari all’opera della Polizia Locale, che raccoglieva le indicazioni dei cittadini sul da farsi per poi riferire al signor Cafagna che nel giro di qualche ora provvedeva a tutto il lavoro pratico. Già, nel giro di qualche ora: era solito iniziare a lavorare alle 6.30 mentre in genere si comincia alle 8.00, per portarsi avanti col lavoro oltre che per completare il da farsi evitando le ore troppo calde. Piccole cose che contribuiscono a lasciarci capire di più di un uomo unico nel suo genere, sempre a disposizione, anche per interventi straordinari durante le ferie. Da sempre impiegato di categoria A - l’unico rimasto nel Comune di Noicattaro - con la qualifica di operaio manutentore, mai ha avanzato grandi pretese, lavorando con grande attitudine: ora molti non sanno della sua partenza dal 1° Luglio, Michele in sordina va in pensione ora che ha 61 anni, così come silenziosamente era giunto quando di anni ne aveva solo 18, iniziando a lavorare incessantemente per anni nel nostro paese.

Ora si apre un rebus per un’eventuale sostituzione: la normativa vigente, infatti, non prevede più procedure concorsuali, ma assunzioni dirette dalle Agenzie dell’Impiego per gli impiegati di categoria A. Per via di una serie di obblighi legislativi da rispettare per il nostro Comune, è possibile che la sua figura non venga più rimpiazzata, oltre al fatto che, anche riuscendoci formalmente, un lavoro duro come il suo non è da tutti. Un aiuto è arrivato negli ultimi anni con l’utilizzo dei voucher, ma certamente non è lo stesso per i colleghi: mai si potrebbe creare quel rapporto di fiducia che viene a crearsi con dipendenti che hai per anni al tuo fianco, indispensabile per una migliore performance.

Una figura unica la sua, un pezzo di storia di Noicattaro con la sua canotta a bordo dell’Ape, la cui partenza merita un degno riconoscimento. Questo venerdì, la Polizia Locale ha festeggiato con una riunione conviviale il signor Cafagna. Poco prima del piccolo evento, così ha dichiarato ai nostri microfoni il Comandante della Polizia Locale, dott. Oscar Rubino: “Non si è mai sottratto ai suoi impegni, senza mai lamentarsi, eseguendo tutti gli ordini impartitigli: un grande esempio per ogni dipendente del nostro Comune vista la sua grande professionalità”. Emozionante il pensiero pubblicato su Facebook dall’Agente di Polizia Locale Rocco Marzovilla: “Voglio celebrare una persona che nel suo silenzio, nel suo stare sempre dietro le quinte, ha sempre contribuito a tutti quei traguardi che come ufficio eravamo tenuti a portare a compimento. Una persona che non ha mai chiesto e alla quale potevi chiedere tutto. Lui non c’ha mai messo la faccia quando c’era da ricevere onori, a lui bastava solo un grazie per sentirsi importante. Auguri Michele Cafagna per il tuo meritato pensionamento. Chapeau!”.

Sarebbe bello se giungesse al signor Cafagna anche un riconoscimento ufficiale da parte del Comune, per aver reso, con abnegazione ed impegno, servizio alla nostra città per così tanti anni, così come sarebbe gradevole veder salutati degnamente nel prossimo futuro tutti quei dipendenti che per un tempo altrettanto lungo si sono impegnati nella causa del nostro paese: questa è la proposta che lanciamo alla nuova amministrazione, per rendere onore a chi Noicattaro, nel suo piccolo, ha contribuito a renderla grande.


[da La Voce del Paese del 9 Luglio]

Noicattaro. Michele Cafagna in pensione intero1

Noicattaro. Michele Cafagna in pensione intero2

Commenti 

 
#2 ex pd 2016-07-19 13:41
nessun cenno a due veri lavoratori: D'ambrosio e Ardito
 
 
#1 Zhang Jindong 2016-07-15 08:38
Beato te che prendi la pensione!!! AUGURI!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI