Sabato 21 Settembre 2019
   
Text Size

Tutto esaurito per il musical “I Dieci Comandamenti”. FOTO

Noicattaro. Musical “I Dieci Comandamenti” front

 

Ha avuto un grande successo di pubblico, fino a registrare il tutto esaurito con circa 1.000 biglietti venduti, il musical “I Dieci Comandamenti”, portato in scena lo scorso lunedì dalla compagnia Kumanta insieme agli allievi più meritevoli della loro sfera accademica, sul palcoscenico allestito nell’area ex stazione ferroviaria. Il musical, o meglio l’opera rock, racconta in chiave moderna e dinamica una storia intrisa d’amore, potere, fede e lealtà. Narra l’epopea del popolo ebraico, il lungo viaggio di Mosè e del popolo ebraico dalla schiavitù alla liberazione, fino alla consegna delle tavole della legge. Una grande sfida che il gruppo di performers - 27 in tutto - ha vinto grazie a bravura, slancio creativo e soprattutto grazie ad ore e ore di intenso lavoro.

A presentare l’opera rock il parroco don Giovanni Caporusso, il quale ha rimarcato i punti salienti della storia e, dopo aver dato un caloroso benvenuto ai presenti, ha invitato sul palco il sindaco Raimondo Innamorato: “La nostra comunità ha bisogno di questi eventi che favoriscono l’aggregazione. Noi come amministrazione incentiveremo queste manifestazioni”.

Dopo le varie presentazioni, tra suoni e musiche suggestive, ha avuto inizio la storia delle storie. Ogni dettaglio è stato curato nei minimi particolari. Dall’impeccabile organizzazione e il faticoso coordinamento di tutte le entità in gioco, compito dell’instancabile Nicola Suglia, al palcoscenico letteralmente catapultato in un’altra epoca grazie alle splendide scenografie di Leonardo Di Bari e Noicattaro Nerazzurra, dai meravigliosi costumi di Angela Gassi alla regia video a cura di Gianclaudio Madio, Serena Ramunni e Francesco Paolo Caragiulo. Il tutto sapientemente diretto da Vito J Pepe per la regia, Gabriella Ragno per le coreografie e Gianclaudio Madio per la sfera musicale.

Nota di merito all’ensemble che, pur non essendo formata interamente da ballerini, ma per lo più da attori e cantanti, ha saputo interpretare al meglio le suggestive coreografie. “Alcuni di loro - commenta Gianclaudio - sono al primo anno di studi nella nostra accademia. Ho voluto premiare gli allievi più meritevoli, che si sono distinti nel loro percorso, dando loro la possibilità di vivere questa esperienza su un palco davvero importante”. E Nicola Suglia, aggiunge: “Un sentito ringraziamento devo al dott. Giovanni Pagliarulo e ai suoi preziosi collaboratori, che hanno messo a nostra disposizione questo importante palcoscenico che annualmente vede esibire professionisti di fama internazionale”.

Mesi di febbrile preparazione per raggiungere questo risultato, otto gli attori principali: Gianclaudio Madio, nel ruolo di Mosè, la figura più importante dell’ebraismo antico; Bithia, interpretata da Annamaria Mazzone, salva Mosè dalle acque per regalargli una nuova vita; Jasmine Di Bari interpreta Nefertari, la giovane promessa sposa del figlio del Faraone, segretamente innamorata di Mosè; Serena Adriana Ramunni è Yochebed, la madre di Mosè costretta ad abbandonare suo figlio nelle acque del Nilo. Oriana Anelli nel ruolo di Miriam, sorella di Mosè, ha condotto parte della sua vita da schiava, fino all’incontro che cambierà ogni cosa; Nicola Suglia è Giosuè, strettamente legato alla famiglia di Mosè, diventa il braccio destro, nel lungo peregrinare del popolo ebraico nel deserto; Federica Maggellino nel ruolo di Sephora, giovane donna del deserto, fa del suo casuale incontro con Mosè, il suo destino; Vito J Pepe è Ramses II, erede al trono d’Egitto e fratellastro di Mosè, i due sono per sempre legati nell’amore, ma anche nel sangue; Giulio Bianco nel ruolo del Faraone Sethi. Un totale di 27 performers che hanno messo in scena un’opera che ha emozionato i presenti.

I proventi delle vendite saranno devoluti alla Parrocchia S. M. del Soccorso per sostenere i lavori di ristrutturazione.

Il musical “I Dieci Comandamenti” si chiude con un bilancio più che positivo. Sicuramente l’apprezzamento del pubblico è la cartina al tornasole di quanto queste manifestazioni piacciano ai nojani e non. A dimostrarlo è stata la standing ovation finale del pubblico, che ha messo in risalto l’operato di Gianclaudio Madio e di Nicola Suglia, che dopo “Pinocchio” e “Il Tempo delle Cattedrali” ancora una volta hanno portato il musical a Noicattaro.


[da La Voce del Paese del 30 Luglio]

Qui alcune foto, a cura di Vito Laforgia e Rosa Cisternino (Officina Fotografica Rutigliano)

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI