Lunedì 11 Novembre 2019
   
Text Size

“Assalto al Re!”: molti nojani tra i primi classificati. FOTO

Noicattaro. Torneo “Assalto al Re!” front

 

Si è svolta domenica 24 Luglio, nella splendida cornice del Chiostro Carmelitano, la sesta edizione del torneo amatoriale di scacchi “Assalto al Re!”. L’evento è stato organizzato dall’A.S.D. “Circolo Scacchistico Nojano” ed è stato diretto da Alberto Pesce e Stefano Paciolla, in qualità di Arbitri Regionali F.S.I..

La regolarizzazione dell’iscrizione dei giocatori è avvenuta intorno alle ore 16.30, l’inizio delle partite alle 17,00 e la fase delle premiazioni alle 22,00. L’affluenza dei concorrenti è stata buona: una quarantina di giocatori provenienti da Noicattaro e da altri paesi come Triggiano, Capurso, Bari, Rutigliano e Sannicandro di Bari. Il pubblico accorso alla manifestazione era rappresentato sostanzialmente da parenti e amici di scacchisti appartenenti alle fasce giovanili, ma durante la gara diverse persone hanno fatto capolino nell’androne del Palazzo della Cultura per assistere, affascinate alle partite in corso. Anche noi della redazione, incuriositi da uno dei più tradizionali giochi di strategia, abbiamo preso parte e abbiamo posto le nostre domande a Stefano Paciolla, Presidente dell’associazione.

Presidente, che tipo di torneo è “Assalto al Re!”?

Il torneo “Assalto al Re!” ha mantenuto le stesse caratteristiche delle ultime edizioni: si tratta di un torneo semilampo, cioè a tempo breve, e di tipo amatoriale, cioè aperto a tutti gli appassionati di scacchi. Quindi non è riservato esclusivamente ai tesserati della Federazione Scacchistica Italiana come accade per le competizioni ufficiali. In questo tipo di torneo, inoltre, i turni di gioco disputati sono stati sei, ognuno da 15 minuti.

In base a quale criterio vengono organizzate le sfide tra i giocatori?

C'è da dire che in questo tipo di torneo c’è una varietà di partecipanti: si va dai più esperti, che hanno alle spalle tanti tornei già disputati, sino a coloro che si cimentano per la prima volta in una competizione, con tanto di regole da rispettare. Quindi nello svolgersi dei vari turni accade che il programma di gestione del torneo (Vega, ndr) fa sì che i più forti siano abbinati ai più forti e i meno esperti si trovino a confrontarsi con quelli di pari livello, o quasi.

Chi tra loro è stato premiato?

I primi tre classificati nelle varie categorie sono stati Alessandro Poggiolini (da Bari, 22 anni), Giovanni Ceglie (da Triggiano, di 15 anni) e Luca Quarto (da Triggiano, 18 anni). Poi sono stati premiati i primi delle singole fasce giovanili previste dal bando: under 16, 14, 12, 10 e 8, distinti per categoria maschile e categoria femminile. Alessio Demattia (Noicattaro) e Cristina Campobasso (Triggiano) per gli Under 16, Davide Deflorio (Noicattaro) e Martina Decaro (Noicattaro) per gli U14, Nicolas Leone (Noicattaro) e Adelia Demattia (Noicattaro) per gli U12, Roberto Didonna (Noicattaro) per gli U10, Kristian Mertika (Noicattaro) e Bianca Lamascese (di Rutigliano, ma iscritta al Circolo Scacchistico Nojano) per gli U8. Tutti i premiati hanno ricevuto una coppa, mentre i primi tre classificati hanno anche beneficiato di una piccola somma come premio aggiuntivo.

Si registra ancora un vuoto nella fascia della scuola superiore e degli adulti rispetto a quella elementare e media?

Con mio grande piacere posso affermare che il nostro Circolo annovera attualmente tra i suoi iscritti un bel gruppetto di liceali. Invece, per quanto riguarda la fascia degli adulti strettamente appassionati di scacchi, escludendo quindi i soci-familiari dei nostri piccoli soci, la situazione non è migliorata: siamo ancora in pochi.

Come considera il gioco degli scacchi e perchè consiglia di avvicinarsi a questa realtà?

Il mio giudizio sul gioco degli scacchi è “di parte”: sono convinto che sia uno dei giochi più belli che l’umanità abbia mai inventato. Da ormai diversi anni ne sono personalmente affascinato e come docente ne ravviso sempre di più la forte valenza formativa sia sul piano intellettivo sia sul piano dello sviluppo della personalità. Per coloro che frequentano un club scacchistico è un’ottima occasione di socializzazione.

Quale sarà il prossimo evento di scacchi?

Noi come associazione “Circolo Scacchistico Nojano” partecipiamo anche ad eventi organizzati in altri Comuni. Ad ogni modo speriamo di poter essere di nuovo presenti nella prossima edizione del “Palio dei Rioni”, con partite di scacchi viventi in costume.


[da La Voce del Paese del 30 Luglio]

Qui alcune foto

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI