Lunedì 17 Giugno 2019
   
Text Size

Innovazione culturale e sociale, ecco il progetto PIN

Noicattaro. Progetto PIN front

 

La Regione Puglia ha approvato il progetto PIN - Pugliesi Innovativi - la nuova iniziativa dell’Assessorato alle Politiche Giovanili che intende offrire ai giovani pugliesi occasioni di apprendimento in situazione attraverso la sperimentazione di progetti imprenditoriali ad alto potenziale di sviluppo locale nei seguenti ambiti:

  • innovazione culturale (es: valorizzazione del patrimonio ambientale, culturale e artistico; turismo; sviluppo sostenibile etc.);
  • innovazione tecnologica (es: innovazioni di prodotto e di processo; media e comunicazione; nuove tecnologie etc.);
  • innovazione sociale (es: servizi per favorire l’inclusione sociale, il miglioramento della qualità della vita, l’utilizzo di beni comuni etc.)

PIN è una iniziativa promossa dall’Assessorato al Bilancio e Programmazione, Sezione Politiche Giovanili e Cittadinanza Sociale al fine di promuovere la sostenibilità e la qualità dell’occupazione e il sostegno alla mobilità professionale e aumentare l’occupazione dei giovani.

La misura è rivolta a gruppi informali di almeno 2 giovani residenti in Puglia, di età compresa tra i 18 e i 35 anni, che hanno un’idea imprenditoriale innovativa e vogliono svilupparla.

In sostanza a fronte di un’idea innovativa, la Regione Puglia finanzia il progetto senza dover redigere un business plan dettagliato. PIN supporta i progetti giovanili con:

  • un finanziamento di entità compresa tra 10.000 e 30.000 euro, 100% a fondo perduto a copertura delle spese di gestione e degli investimenti del primo anno di attività;
  • una serie di servizi di supporto e rafforzamento delle competenze erogati dall’A.R.T.I. - Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione - e co-progettati con gli stessi giovani beneficiari.

Il bando funzionerà a sportello e ha una dotazione finanziaria pari a 10 milioni di euro, proveniente da fondi del P.O. Puglia 2014-2020 e del FSC, di cui 8 milioni dedicati al finanziamento di progetti e 2 milioni ai servizi di affiancamento e rafforzamento delle competenze dei partecipanti.

La presentazione delle candidature è interamente online, attraverso il sito pingiovani.regione.puglia.it . In caso di approvazione del progetto, per ottenere il contributo i gruppi informali si impegnano a costituire un nuovo soggetto giuridico a propria scelta (società, associazione, cooperativa etc.) purché idoneo a realizzare le attività previste dal progetto proposto. Il soggetto giuridico costituito dovrà avere sede operativa in Puglia, essere iscritto presso il Registro delle Imprese della Camera di Commercio o il Repertorio Economico Amministrativo (R.E.A.), nei casi previsti dalla legge, ed essere titolare di Partita IVA.

I progetti dovranno essere presentati compilando il modello “Canvas”, utile a descrivere l’idea imprenditoriale con l’indicazione di azioni, risorse e soggetti chiave. Nel modello “Canvas” i candidati devono esplicitare:

  • il problema che intendono risolvere attraverso il progetto e la domanda che puntano a soddisfare;
  • le tipologie di beneficiari e/o di clienti cui si rivolge il progetto;
  • la soluzione proposta ed i suoi elementi di innovatività;
  • le risorse (umane, materiali e finanziarie) disponibili;
  • le attività strategicamente più importanti da realizzare;
  • le relazioni che intendono instaurare con i clienti/beneficiari e i canali attraverso cui raggiungerli;
  • i risultati chiaramente verificabili e misurabili che intendono raggiungere tramite il progetto e l’impatto sul territorio da essi determinato;
  • la struttura dei costi e i flussi di ricavi previsti.

La piattaforma sarà disponibile per la presentazione di candidature a partire dal 1° Settembre 2016 e fino ad esaurimento delle risorse disponibili. L’avvio delle attività è da intendersi a partire dalla data di sottoscrizione dell’Atto di impegno. La durata massima dei progetti è di 12 mesi.

Seguendo l’ordine cronologico di ricezione delle domande, la Sezione Politiche Giovanili e Cittadinanza Sociale della Regione Puglia procederà alla verifica del rispetto dei termini e delle modalità di presentazione delle candidature e alla verifica del possesso dei requisiti soggettivi. La valutazione di merito verrà affidata ad una Commissione nominata dalla Sezione Politiche Giovanili e Cittadinanza Sociale della Regione Puglia e composta da esperti di comprovata esperienza e verrà svolta attribuendo ad ogni progetto un punteggio da 0 a 100 punti. La Commissione valuterà i progetti dando grande importanza al loro follow-up, oltre all’innovatività e alla capacità di generare un impatto positivo sul territorio. Il follow up è la fase decisiva di ogni nuova azienda, quella in cui dopo la fase iniziale di start-up, il progetto è chiamato a confrontarsi con il mondo esterno.

L’elenco dei progetti ammessi a finanziamento con l’indicazione del contributo concesso, approvato con atto dirigenziale della Sezione Politiche Giovanili e Cittadinanza Sociale, sarà pubblicato periodicamente sul sito http://www.regione.puglia.it e sul sito http://pingiovani.regione.puglia.it .


[da La Voce del Paese del 6 Agosto]

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI