Sabato 19 Ottobre 2019
   
Text Size

Ancora un successo per il “Palio dei Rioni”. FOTO

Noicattaro. Il Palio dei Rioni 2016 front

 

Il “Palio dei Rioni”, giunto ormai alla quinta edizione, si riconferma uno degli eventi più attesi dell’anno. Organizzato e promosso dall’associazione “Amici del Palio Nojano”, in collaborazione con la Pro Loco di Torre a Mare insieme a diverse associazioni locali e dei paesi limitrofi, il Palio ha regalato due giornate di festa, sabato 24 settembre e domenica 25, che hanno visto un vero e proprio bagno di folla, con tantissimi cittadini accorsi per assistere allo spettacolo. Un’edizione, questa, che ha conservato i tratti caratteristici delle passate manifestazioni, ma che al contempo ha presentato alcune novità, a partire dalla location: per la prima volta il Palio è andato in scena - domenica 25 Settembre - nella splendida cornice dell’antica Torre Pelosa.

La prima giornata, sabato 24 settembre, si è svolta a Noicattaro, nella ristrutturata piazza Umberto I, registrando un notevole successo di pubblico e regalando emozioni a non finire. Dunque, nel pomeriggio, si sono alternati cortei storici, balli in costume e spettacoli. Alle 19.00 via alla sfilata dei rioni - alla quale hanno partecipato anche i membri della Lute - che da via Carmine ha percorso le vie commerciali del paese: un centinaio di figuranti vestiti con gli abiti del Seicento hanno colorato e riempito le vie del paese per poi confluire in piazza. Una volta arrivati in piazza, gli sbandieratori di Capurso hanno catturato l’attenzione dei presenti esibendosi in numeri spettacolari. E a proposito di collaborazione tra i vari Comuni e la Città Metropolitana, riportiamo il commento della consigliera metropolitana Francesca Pietroforte: “Il Palio Nojano è uno degli esempi concreti di collaborazione istituzionale tra i Comuni e la Città Metropolitana, una sinergia di forze che, grazie anche all’impegno di tante associazioni e volontari, consente di portare avanti le nostre tradizioni culturali”.

Divertimento, applausi e risate hanno accompagnato le sfide tra i quattro rioni: Madre, Carmine, Fornaci e Torre Pelosa. Dopo la performance a cura degli sbandieratori e musici di Capurso è andato in scena il concerto de “Il Setticlavio”, “Il Barocco Musicale”, durante il quale sono state riproposte alcune melodie, come Inverno e Primavera di Vivaldi. Non solo musica. In contemporanea è stato possibile assistere alla partita a scacchi con pedine umane, a cura dell’associazione sportiva dilettantistica “Circolo Scacchistico Nojano” e al tiro con l’arco, a cura degli “Arcieri Carafa di Noja”. Davvero soddisfatti gli organizzatori che ringraziano tutti quanti hanno collaborato.

Si è entrati nel vivo della serata con il racconto della storia di Noja in vernacolo a cura di Pinuccio Casimo. La serata si è poi conclusa quando, sempre nella suggestiva cornice della piazza Umberto I, è stato riproposto il Duello a cura dell’associazione culturale Historia. Possiamo definirlo il momento clou dell’intera giornata che ha inchiodato numerose persone, le quali con stupore e curiosità hanno partecipato con vivo interesse alla rappresentazione.


[da La Voce del Paese del 1° Ottobre]

Qui tutte le foto

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI