Martedì 22 Gennaio 2019
   
Text Size

Fse, treni superaffollati: l’incubo dei viaggiatori prosegue

Noicattaro. Viaggiatori su portabagagli front

 

Vi avevamo riportato tre settimane fa l’ennesima notizia circa la sfortunata storia delle Ferrovie Sud-Est e della soppressione di buona parte dei suoi treni per via dell’intervento dell’Ustif, l’Ufficio Ministeriale per la Sicurezza del Trasporto su binari, che aveva ordinato il ritiro di numerosi mezzi - tra cui tutti gli ATR - per alcuni problemi tecnici che potevano mettere a repentaglio il buon andamento delle corse.

Torniamo nostro malgrado anche oggi sull’argomento raccontandovi quanto successo lo scorso venerdì 23 Settembre: come abbiamo potuto scoprire da un post sul gruppo Facebook “Ferrovie Sud-Est: la voce dei viaggiatori”, il treno delle 12.42 diretto da Conversano verso Bari è stato protagonista probabilmente del tentativo di battere il record di maggior numero di passeggeri in un solo vagone. Numerosissimi i ragazzi che hanno dovuto sopportare di viaggiare schiacciati l’un l’altro, con qualcuno che ha messo in campo la propria creatività arrampicandosi e sedendo sui vani portabagagli al di sopra dei posti a sedere, mentre altri ancora più sfortunati hanno dovuto rinunciare a salirci in quel treno, dopo ore di lezione a scuola.

Parliamo di un viaggio condiviso non di rado da numerosi studenti, magari in caso di Assemblee di Istituto o qualsiasi altra variazione agli orari delle lezioni, che dagli istituti di Conversano non desiderano altro che tornare presto alle proprie case, molte delle quali a Noicattaro: ed ecco che il mezzo dedicato è stato un treno con un solo vagone, qualcosa di assurdo che non può essere spiegato nemmeno dalle numerose difficoltà di una impresa, che da un lato per la sicurezza dei viaggiatori rispetta l’imposizione dell’Ustif, dall’altro però permette che si possa viaggiare in condizioni che di quella sicurezza si fanno beffe, magari trascurando un’opportuna programmazione degli spostamenti per i mezzi a disposizione. Siamo al paradosso!

L’incubo, come abbiamo titolato, prosegue: mentre si aspetta ancora il passaggio di mano nella proprietà, tristi aneddoti continuano a susseguirsi con i poveri pendolari a pagarne le conseguenze, non potendo beneficiare degnamente di un servizio che la mano pubblica proprietaria delle quote dovrebbe teoricamente garantire.


[da La Voce del Paese del 1° Ottobre]

Noicattaro. Viaggiatori su portabagagli intero

Commenti 

 
#1 nojanoverace 2016-10-06 16:26
Le ferrovie sud-est non sono nuove a questo tipo di disservizi pagati a caro prezzo, la differenza è che oggi abbiamo la possibilità di commentarli su questo canale di informazioni, ieri no.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI