Domenica 25 Agosto 2019
   
Text Size

Alla “Gramsci” la 18^ edizione della Festa dei Remigini. FOTO

Noicattaro. Festa dei Remigini 2016 alla Gramsci front

 

Si è tenuta durante la mattinata di sabato 1° Ottobre la Festa dei Remigini, presso la palestra scoperta della scuola primaria “Gramsci”.

La manifestazione, giunta ormai alla sua 18esima edizione, viene organizzata ogni anno il giorno di San Remigio, per accogliere i piccoli alunni di prima elementare nel loro percorso scolastico: infatti, fino agli anni '70, il 1° Ottobre coincideva in Italia con la data di inizio di tutte le scuole, e per questo i bambini di prima elementare erano chiamati “remigini”.

Quest’anno i “remigini” iscritti presso l’Istituto Comprensivo “Gramsci-Pende” sono circa ottanta: sono infatti state formate quattro nuove sezioni, di cui una a tempo pieno, nella quale sono previste 40 ore settimanali, dalle 8.30 alle 16.30 con mensa scolastica effettuata presso la stessa struttura.

Presenti durante la manifestazione di sabato anche gli alunni di quinta elementare, per un simbolico “passaggio di consegne” tra studenti uscenti ed entranti.

Il Dirigente Scolastico, prof.ssa Rosaria Giannini D’Ursi, ed il Presidente del Consiglio d’Istituto Angelo Miraglino, hanno rivolto un saluto ai genitori degli alunni accorsi per la festa. “Tengo a ringraziare i genitori per la fiducia che hanno riposto in noi”, ha commentato il Dirigente Scolastico. “Noi cerchiamo di dare il massimo affinché questi bambini possano crescere sani e forti, in grado di poter affrontare tutte le difficoltà della nostra società. Da sempre curiamo l’aspetto formativo-educativo dei ragazzi, futuri cittadini del mondo; quindi non possiamo permetterci di sbagliare”.

“È la festa dei nostri bambini - aggiunge Miraglino - ed accogliamo non solo loro ma anche voi genitori. C'è da sempre massima collaborazione tra scuola e famiglia: per qualsiasi questione docenti e dirigenti sono sempre disponibili”.

Ma ad offrire il vero benvenuto a tutti, sono state le bravissime “majorettes”, che con i loro “pompon”, a suon di musica, hanno infuso allegria a piccoli e grandi.

Immancabile infine la presenza del sindaco Raimondo Innamorato e del vice sindaco Nunzio Latrofa, che così ha commentato l’iniziativa: “Da parte dei ragazzi di quinta elementare deve esserci un atteggiamento propositivo nei confronti dei ragazzi di prima; dovete dare il massimo, senza risparmiarvi, in modo da non avere rimpianti in futuro, così come farò io insieme all’amministrazione comunale nel corso di questi cinque anni: non mi risparmierò, non voglio dover dire che avrei potuto fare di più per il nostro paese”, ha continuato il primo cittadino. “Accolgo anche io i genitori dei nuovi alunni, e vi chiedo di essere pazienti e collaborativi con gli insegnanti così come l’amministrazione comunale chiede a voi: abbiamo ereditato una situazione critica in merito ai plessi scolastici, ma siamo sicuri di riuscire a risolvere le problematiche ad essi relative. Non lasciateci soli, e non lasciate soli insegnanti e dirigenti: insieme saremo l’esempio per i ragazzi, che saranno i cittadini di domani”.

“Anche noi non vi lasceremo soli”, conclude il vice sindaco Nunzio Latrofa. “Siamo pronti a far sì che la scuola migliori sempre”.

La mattinata è poi proseguita all’insegna di balli e canti, che hanno fatto sorridere ed emozionare alunni e genitori che anche quest’anno hanno voluto affidare i loro figli alle competenze dei docenti della “Gramsci-Pende, istituto che da sempre offre numerose opportunità formative, al passo coi tempi, per formare ed arricchire il bagaglio culturale degli alunni.


[da La Voce del Paese dell'8 Ottobre]

Qui tutte le foto

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI