Mercoledì 20 Marzo 2019
   
Text Size

Legalità nelle scuole, il Notaio Lanzillotta a Torre a Mare

Torre a Mare. Notai a scuola front

 

Il 25 Ottobre 2016 si è svolto l’Open Day dei Notai d’Europa, evento che si è tenuto contestualmente in 16 paesi europei e 92 città italiane, organizzato in occasione della “Giornata Europea della Giustizia Civile”, istituita nel 2003 dalla Commissione Europea e del Consiglio d’Europa per creare un momento d’informazione e confronto tra operatori della giustizia e cittadini. Il Notariato Italiano ha deciso di aderire al progetto con iniziative specifiche rivolte agli studenti e ai cittadini. Anche il Consiglio Notarile di Bari ha aderito all’importante evento, organizzando una serie di incontri in varie scuole della città.

La scuola “Rita Levi Montalcini” di Torre a Mare ha accettato l’invito del Consiglio Notarile di Bari, dando vita ad una serie di incontri per veicolare il concetto di legalità, far conoscere i principi del Diritto Italiano ed Europeo e spiegare il ruolo che il Notaio, Pubblico Ufficiale delegato dello Stato, svolge in Italia ed in Europa.

Gli incontri a cui hanno partecipato i 150 studenti delle seconde e terze medie si sono svolti in un clima di interesse ed entusiasmo. Ad esporre ai giovani studenti il concetto di legalità ed in particolare la figura del Pubblico Ufficiale, ci ha pensato il Notaio Maria Lanzillotta del Distretto di Bari, cresciuta proprio a Torre a Mare.

Il Notaio ha illustrato ai giovani studenti il concetto di norma giuridica, interagendo con la platea, composta anche da diversi docenti. Notevole l’interesse dei partecipanti, che hanno assalito il Notaio relatore con una serie di quesiti di notevole attualità ed interesse.

Il Notaio, nell’immaginario dei giovanissimi, studenti è colui che “fa i trasferimenti delle case, delle macchine e i testamenti”. Di fatto il Notaio è il garante della legalità, colui che traduce la volontà delle parti in un atto scritto, in osservanza delle vigenti norme giuridiche.

I giovani studenti si sono appassionati moltissimo al concetto di legalità, un tema di fortissima attualità anche all’interno delle scuole. Molti di loro erano perfettamente a conoscenza del complesso di regole che disciplinano il nostro ordinamento, e alcuni studenti hanno interagito direttamente ponendo quesiti circa l’accesso alla professione notarile, alle problematiche circa gli abusi edilizi ed al più ampio concetto della figura di garante del Notaio. Abbiamo partecipato all’incontro ed intervistato il Notaio Lanzillotta.

Notaio, l’incontro può definirsi un successo?

Sicuramente sì, e colgo l’occasione per ringraziare il Dirigente Scolastico, dott.ssa Lagattolla, e l’intero corpo docenti per aver accettato l’invito del Consiglio Notarile.

La figura del Notaio, oggi, come viene vista dalle generazioni del futuro?

Il Notaio da sempre è una figura fondamentale nel nostro ordinamento. È il garante delle norme giuridiche, svolge l’importantissima funzione di dare certezza ai negozi giuridici, basti pensare che gli atti notarili e le dichiarazioni in essi rese, costituiscono prova certa sino a querela di falso. Sulla base degli incontri di questa mattina ho potuto constatare con piacere che i giovani studenti ben conoscono il concetto di legalità e rispetto delle norme, e che la figura del Notaio rappresenta una garanzia.

Ha riscontrato una piacevole partecipazione da parte degli studenti?

I ragazzi erano molto interessati agli argomenti che insieme abbiamo trattato, mi hanno rivolto una serie di domande di notevole attualità, come gli abusi edilizi. Ad un tratto mi è sembrato di essere nel mio studio.

È stato emozionante parlare della sua professione agli studenti?

Avere di fronte una platea di giovani studenti è sempre emozionante, parlare con loro è stato per me motivo di orgoglio. Cercare di esporre il ruolo del Notaio, discutere di legalità, interagire in merito ad argomenti importantissimi, mi ha fatto comprendere ancora una volta quanto sia importante l’attività che io e i miei colleghi svolgiamo ogni giorno.

Si è parlato anche di bullismo. Cosa ne pensa?

Il fenomeno del bullismo nelle scuole, e non solo, è un qualcosa di terrificante. La mancanza totale di rispetto e l’uso dell’intimidazione mi spaventa, ecco perché ho cercato di spronare i ragazzi a denunciare episodi di questo genere, di non avere paura. Ho detto loro che se rispettano le regole saranno sempre nel giusto.

Il Consiglio Notarile di Bari ha aderito con entusiasmo alla “Giornata Europea della Giustizia Civile”?

Certamente, io e i miei colleghi abbiamo incontrato con piacere ed entusiasmo gli studenti delle scuole di Bari. Illustrare la nostra professione e la sua importanza è motivo di orgoglio per l’intera categoria. Confrontarsi con le giovani generazioni è molto importante in un’ottica di crescita civile. Il Notaio, in fondo, è il garante della legalità, un concetto che purtroppo oggi non tutti conoscono e rispettano.

Qualche considerazione personale?

Ho riscontrato molto interesse, e questo mi rallegra e mi rende speranzosa per il futuro delle giovani generazioni. Discutere di regole e legalità oggi è molto difficile. La nostra società sta subendo una profonda involuzione sociale: chi rispetta le regole appare come uno stupido. Ma oggi, dopo aver trascorso la mattinata con questi ragazzi fantastici, ho qualche speranza in più circa la possibilità di un cambiamento in positivo.


[da La Voce del Paese del 29 Ottobre]

Torre a Mare. Notai a scuola intero

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI