Lunedì 18 Marzo 2019
   
Text Size

“Pet Halloween”, e anche gli animali fanno festa. FOTO

Noicattaro. Pet Halloween 2016 front

 

Domenica 30 Ottobre, presso il Parco Comunale di Noicattaro, si è tenuta una splendida serata, organizzata dall’amministrazione comunale e da alcune associazioni come la E.N.P.A. (Ente Nazionale Protezione Animali) di Bari.

Lo scopo della serata era quello di raccogliere fondi da destinare alla cura degli animali del parco, dato che nell’ultimo periodo tante sono state le segnalazioni riguardo l’incuria e la mancata “manutenzione” delle povere bestie. Con il pretesto della raccolta fondi è venuto fuori un bell’evento all’insegna della buona musica, del buon cibo e della buona compagnia.

Era presente un banchetto dell’associazione E.N.P.A. di Bari che raccoglieva fondi e forniva informazioni riguardo le adozioni degli animali abbandonati, e accanto a questo si potevano acquistare caldarroste e del buon vito, mentre la signora Mariuccia ha preparato le frittelle, coadiuvata da alcuni consiglieri comunali quali Sonia Nuzzi, Anna Rita Didonna e Mariagrazia Tritto.

Ad allietare la serata dal punto di vista musicale è stato il gruppo “The Fire Eagles” che, con il loro repertorio, hanno coinvolto e riscaldato i tanti presenti. Un gruppo formato da giovani ragazzi nojani, che è riuscito a far ballare e cantare i concittadini infreddoliti.

L’affluenza e la partecipazione è stata davvero tanta; nonostante il primo freddo invernale, c’è stato modo di incontrarsi, scherzare e dialogare anche su un’importante questione come quella del randagismo. A tale proposito infatti è intervenuto il sindaco di Noicattaro, Raimondo Innamorato, che nel suo breve intervento ci ha tenuto a precisare alcune cose. Riguardo il problema del randagismo, che da sempre affligge il nostro paese, il primo cittadino ha spiegato che l’amministrazione sta lavorando, e che purtroppo, a causa dell’esistenza di una legge regionale, c’è una reale difficoltà legata alla questione dell’accalappiamento e dello stallo dei cani randagi, poiché la stessa stabilisce il numero massimo di cani ospitabili in un canile.

“Stiamo collaborando con le associazioni animaliste, ci stiamo inventando delle soluzioni a breve e lungo termine, e stiamo lavorando ad un piano anti-randagismo”, ha detto il sindaco. “Questo piano consiste nell’adottare delle misure di sicurezza, fare campagne di sensibilizzazione in scuole e piazze e ‘microcippare’ tutti gli animali presenti su Noicattaro, sia randagi che non, perché come molti sanno è obbligatorio per legge”.

L’amministrazione ha anche stipulato delle Convenzioni con le Guardie Ecozoofile che, tra le altre cose, gireranno per il paese ed eventualmente multeranno coloro i quali saranno sorpresi a non raccogliere le deiezioni dei propri cani. Inoltre il sindaco ha abrogato l’ordinanza che vietava di portare i propri animali in alcuni luoghi pubblici, come piazze o il parco. Ora anche i cani possono accedere a questi luoghi, purché muniti di guinzaglio.

Noicattaro dovrebbe avere un canile comunale ma, dati i costi elevati, l’amministrazione ha pensato di poter realizzare una sorta di rifugio che possa essere gestito dalle associazioni, con lo scopo di incentivare le adozioni.

Grazie a questa serata, al netto delle spese sono stati raccolti 513,22 euro che, dai prossimi giorni, saranno utilizzati per rendere le condizioni degli animali del parco decisamente migliori di quelle attuali. Da sottolineare il grande impegno di Giacomo Innamorato, così come quello di tutti i consiglieri comunali, che durante l’evento hanno dato il massimo per la buona riuscita dello stesso.


[da La Voce del Paese del 5 Novembre]

Qui tutte le foto, scattate da Mario Marinoni

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI