Lunedì 21 Gennaio 2019
   
Text Size

Globalart: “Sfida tra Talenti”, visibile fino al 27 Novembre

Noicattaro. Mostra Globalart front

 

Un’altra serata all’insegna della creatività e della bellezza artistica è stata presentata domenica 13 Novembre presso la galleria di arte contemporanea Globalart. Il contest proposto è dedicato alla “Sfida tra Talenti”, dove i vari artisti in gara hanno alternato la loro interpretazione e la loro vocazione artista in ogni colore e in ogni forma d’arte. Poeti, musicisti come Alex al secolo Sandro Lattanzio e Carlo Stragapede, ballerini, artisti stranieri come Ekaterine Marjanidze proveniente dalla Georgia, ma anche artisti italiani, si sono dati appuntamento presso la galleria di Rosa Didonna per esaltare la loro arte.

Il messaggio celato dietro questa manifestazione è che l’arte è universale ed è accessibile a tutti. Rosa Didonna - Art Director Globalart - ha trovato una formula molto ingegnosa per attirare quanti più artisti presso la sua galleria, ossia quella di far lavorare gli artisti nello spazio che la mostra ospita. Infatti durante la serata si sono cimentati in un workshop didattico Francesco Albanese, studente presso l’Accademia di Belle Arti, e le artiste di arte contemporanea Ketty di Bari e Caterina Palmisano. Lo ha fatto perché, tramite la loro azione, essi possono avere un dialogo sia con i presenti sia con il luogo che li ospita, e inoltre si articola in diversi momenti perché l’arte nasce dall’uomo, dalla sua creatività, e per queste ragione ha qualcosa di universale che li unisce e può essere letta solo attraverso una conoscenza diretta e non solo scolastica della storia dell’arte e di chi la realizza. “Molto spesso si pensa che l’arte sia qualcosa di inaccessibile, ma se ognuno imparasse a conoscere la propria componente creativa e lasciasse spazio a questa sua parte nascosta, può avvicinarsi all’arte, all’estetica del bello, che non è qualcosa di astratto in quanto l’arte non è fine a se stessa ma si fa carico di tutto quello che fa parte dell’uomo e della società che lo circonda”, ha chiarito la dott.ssa Lorena Felicita Buonavolontà, new entry dello staff Globalart che, insieme ad Amalia Perrone, ha presentato la gara.

Ogni artista non ha solo e soltanto una tecnica, infatti durante la serata si è assistito a svariati momenti di creatività dell’arte, ad un vero e proprio scambio di talenti tra artisti in erba e professionisti. La Globalart altro non è che una factoring che dà spazio agli artisti. L’obiettivo della sua missione è rendere l’arte accessibile a tutti perché “chi non conosce non capisce, e chi non capisce svaluta e disprezza le cose”, ha concluso il suo intervento la dott.ssa Buonavolontà, citando una famosa frase di Rosa Didonna.

Fiore all’occhiello della serata è stata la performance “ritratto d’autore” di un eccellente autore della fotografia, Rocco Bucci. Non solo fotografo ma artista a tutto tondo, Rocco Bucci utilizza come oggetto la macchina avendo una comunicazione molto interattiva tra la lettura di chi esegue lo scatto e la persona che sta dietro l’obiettivo. Utilizza quasi sempre come soggetto la figura femminile, osannando il corpo della donna da sempre letto come la perfezione più determinante a livello di immagine, e per questa occasione si sono rese disponibili alla performance Rosa Didonna e una semplice ragazza mostrando tutta la loro femminilità. “L’innovazione che Bucci apporta nelle sue opere è che anche l’imperfezione della donna diventa protagonista, tanto da brillare all’interno di un quadro o di uno scenario dando rilievo a quel difetto e farlo leggere quasi come un valore aggiunto alla bellezza canonica”. ha detto Sabrina Delliturri, critico d’arte. Per onor di cronaca ricordiamo la mostra del 2012, dove la Globalart ha curato la personale di Rocco Bucci dal titolo “Vietato ai minori di diciotto anni”, la quale raffigurava nudi artistici sensuali ma non volgari.

La mostra “Sfida tra Talenti”, che sarà visitabile fino al 27 Novembre, è proseguita con Antonio Montrone, presidente del Teatro Piccolo di Canosa nonché presidente del Forum degli Autori di Corato, che ha interpretato un racconto a due voci con la collaborazione di Maria Fonte Fucci. E per finire, la performance di ballo di Myriam Carbonara sulle note di Cello Suite No.1 di Bach, accompagnata dalla letture di poesie a cura di Rosa Didonna.


[da La Voce del Paese del 19 Novembre]

Noicattaro. Mostra Globalart intero

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI