Venerdì 18 Gennaio 2019
   
Text Size

Nonna Maria Antonia compie 100 anni. FOTO

Noicattaro. Nonna Maria Antonia Gentile compie 100 anni front

 

“Quante stelle, quante stelle, dimmi Tu la mia qual è? Non ambisco alla più bella, basta sia vicino a Te”. È con questa poesia che Maria Antonia Gentile chiude il rosario quotidiano presso la casa di riposo “Reseda”, che, in occasione del centesimo compleanno di colei che tutti chiamano “la Nonna”, ha organizzato assieme ai parenti una festa speciale.

D’altronde nonna Maria Antonia sa come farsi voler bene, è gentile e premurosa con tutti, e lo dimostra anche quando ci concede qualche racconto del suo passato.

Nata il 14 Novembre 1916 a Puerto Madryn in Argentina, Maria Antonia Gentile si è trasferita da piccola a Bari, e ha poi vissuto a Mola e Torre a Mare. “Mi piace leggere” è la prima frase che ci rivolge dopo essersi presentata: Maria Antonia ha la quinta elementare, ricorda con piacere la sua maestra e gli incarichi che le affidava, e soprattutto ricorda la sua abilità nella recitazione che, come ci racconta, “faceva commuovere la gente”.

La Nonna ha attraversato anni duri e situazioni difficili come quelle di due guerre mondiali, che le hanno lasciato il ricordo di pianti di paura e l’immagine dei “finestroni neri” di casa sua. Tuttavia, ha sempre vissuto con coraggio e fede in Dio e, soprattutto, con quel modo di fare che ci descrive quando si definisce “attiva attiva”: mai ferma e sempre al servizio degli altri. Con questa forza di volontà ha cresciuto quattro figli e cinque nipoti, curandosi di garantire loro una buona istruzione, cosa secondo lei fondamentale.

Come tutte le nonne che si rispettino, Maria Antonia è una cuoca formidabile: lo sanno bene i parenti, che ci raccontano delle sue orecchiette piccole, parmigiane e pizze di ricotta. La ricetta che le chiediamo, però, non riguarda la cucina, ma l’insieme di abitudini e comportamenti che le hanno permesso di arrivare all’età di cento anni. La direttive della Nonna sono semplici ed essenziali: mangiare in modo vario e nella giusta quantità, soprattutto verdure e legumi, bere tanta acqua e mezzo bicchiere di vino rosso ogni giorno.

Nonna Maria Antonia vive presso la casa di riposo da 4 anni, e ha avuto il tempo di conquistare la simpatia di tutti, ospiti e personale. Miriam Lamanna, che si prende cura di lei ogni giorno, la descrive come una donna che tiene molto al suo aspetto fisico e a cui piace informarsi sugli avvenimenti che ascolta dai telegiornali. “Ha una vista formidabile - ci racconta Miriam - e una costante curiosità verso ogni tipo di notizia”: un’altra voce da aggiungere alla suddetta “ricetta” per vivere a lungo curando sia corpo che mente. Maria Antonia, a sua volta, ha a cuore Miriam e tutto il personale della “Reseda”, e lo dimostra quando fa riferimento a chi accudisce gli ospiti della casa di riposo durante le ore notturne, definendoli “angeli della notte”.

Un’ulteriore sorpresa per la Nonna è stata la visita del sindaco Raimondo Innamorato, accompagnato dal Presidente del Consiglio Nicola Di Pinto, che, porgendole un mazzo di fiori, le ha fatto gli auguri con la promessa di essere presente ai prossimi, si spera ancora numerosi, compleanni “centenari”.


[da La Voce del Paese del 19 Novembre]

Qui tutte le foto, a cura di Davide Lasorella

Commenti 

 
#1 Stefano_PGN 2016-11-24 11:21
AUGURONI.....
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI