Mercoledì 19 Giugno 2019
   
Text Size

Da Bari a Matera, il Premio Antichi Sapori arriva a Noicattaro

Noicattaro. Premio Antichi Sapori front

 

Lunedì 5 Dicembre presso il Palazzo della Cultura, l’associazione A.S.E.L. - Antichi Sapori Eat Local - premierà i vincitori della nona edizione del “Premio Città degli Antichi Sapori”.

La giornata, che comincerà alle ore 16, sarà ricca di eventi dedicati all’enogastronomia. Ci saranno 3 tavoli tematici: “La carta sul consumo di qualità”, “Alimentazione sana ed il consumo di qualità” e “I cittadini consumatori e le città degli antichi sapori, volano per il turismo”. A questi si potrà assistere se si riuscirà a resistere alla tentazione di carpire i segreti e i consigli che metteranno in tavola gli Chef della rete Antichi Sapori durante il Cooking Show.

Si potranno vedere all’opera lo Chef Salvatore Riontino con la sua “pizza della salute”. Lo Chef Alessandro Zito ci illustrerà l’arte del “cucinare con spreco zero il riuso”. Per i più vezzosi consigliamo Chef Salvatore Di Paola e il suo “Antichi Sapori gourmet”. Per chi volesse indugiare in ricette fuori porta, la Chef Enza Leone ci darà un assaggio di “Antichi Sapori Lucani”.

Fino alle ore 20.00 verranno assegnati i premi per le varie categorie. Tante le città candidate, tra cui Noicattaro, tanti gli chef e tante le attività. Spicca, per fama, la candidatura del Food Truck di Casa Savoia. Ma l’ospite d’eccezione, se dovesse confermare la sua presenza, sarà un altro: Pietro Parisi. Colui che ha rinunciato alle cinque stelle Michelin. Anche la giuria d’onore vanta ospiti di rilievo: ci saranno lo Chef Peppe Zullo, lo stilista Angelo Inglese, la giornalista Simona Giacobbi e la blogger Noemi Guerriero.

Ma per cosa si verrà premiati? Lo abbiamo chiesto a Matteo Fumarola, tra i fondatori di A.S.E.L. e promotore del premio. Ci saranno tre diverse premiazioni. Premio “Consumo di Qualità”, al quale concorrono imprenditori, giornalisti, blogger, personaggi pubblici o scrittori. Il premio “Città degli Antichi Sapori”, conferito alle amministrazioni comunali che si sono distinte nella promozione delle tradizioni eno-gastronomiche locali di qualità e degli Antichi Sapori regionali e del patrimonio gastronomico, culturale e sociale della città. E il “Premio Antichi Sapori”, destinato ad attività e produttori che siano all’interno del circuito Antichi Sapori. E che quindi ne sposino gli ideali e rispettino il disciplinare.

Le candidature possono essere spontanee o proposte dall’A.D.C. (Associazione per la Difesa del Consumatore). Questa, per tutelare l’utilizzatore finale della filiera agroalimentare, nel 2008 “istituisce il marchio di qualità Antichi Sapori delle Puglie. Questo contraddistingue le imprese commerciali che si sono impegnate a sviluppare un’offerta di qualità nel rispetto degli interessi dei consumatori sottoscrivendo un disciplinare che li impegna: ad una maggiore attenzione e rispetto dei diritti del consumatore che usufruisce dei propri servizi/prodotti; ad utilizzare in prevalenza prodotti tipici nel rispetto della tradizione gastronomica pugliese; ad utilizzare in prevalenza prodotti garantiti (Dop, Igp, sgt e biologici); ad utilizzare in prevalenza produzioni agro alimentari del territorio (km 0). Il marchio di qualità intende far crescere un sistema di offerta che sappia garantire adeguati livelli di qualità rapportati al prezzo e di specificità nelle attività commerciali di ristorazione e di vendita delle produzioni alimentari, attraverso l’adozione di business model innovativi, la migliore gestione di processi produttivi, una più efficiente gestione della filiera produttiva e della catena della fornitura con preferenza verso i prodotti locali ‘km 0’, prodotti stagionali e l’utilizzo di alimenti certificati tipo Igp, Dop, stg e biologici” (antichisapori.wordpress.com).

Dopo l’ultima edizione tenutasi a Matera in supporto alla sua candidatura come capitale della cultura, e l’evento di tre giorni presso Expo2015, qual è il nesso con Noicattaro? “Quando ci è stato proposto di prendere in considerazione Noicattaro per ospitare questa nona edizione, sicuramente importante perchè viene dopo due eventi tenuti in contesti particolari, abbiamo avuto modo di scoprire (nonostante la sede si presso la Fiera del Levante, ndr) l’esistenza di un territorio dal vasto potenziale. Attraverso indagini in rete e riscontri sul campo, abbiamo con piacere appreso di attività che propongono prodotti di qualità e che sarebbe possibile inserire all’interno della nostra rete. L’amministrazione, nella persona del consigliere Giacomo Innamorato, si è resa da subito disponibile ed entusiasta. Ci ha offerto un ottima location per la premiazione e supporto nella realizzazione del materiale pubblicitario. Visitando il centro storico ci siamo resi conto del valore e abbiamo già chiesto la possibilità di poter tenere un evento in primavera”.

Dal Palazzo della Cultura uno striscione tiene il conto dei giorni che mancano all’inizio dell’evento, gratuito, al quale è possibile accedere previa registrazione a questo link. La registrazione, che non comporta alcun vincolo, ha il solo scopo di permettere l’ingresso ad un numero di persone adeguato agli spazi.

L'evento, terminerà intorno alle 23.00, ma non prima di aver assistito allo Show Cooking degli Chef della rete Antichi Sapori a margine della degustazione degli Antichi Sapori Food&Wine.

Noicattaro. Premio Antichi Sapori intero

Commenti 

 
#1 vercingetorige 2016-12-01 15:39
Finalmente nella nostra amata cittadina un evento di grande attrazione. Conosco lo chef Beppe Zullo, ho pranzato nel suo ristorante a Orsara di Puglia, lo consiglio vivamente perchè è il massimo della cucina pugliese. Questo si che è un grande evento
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI