Domenica 20 Gennaio 2019
   
Text Size

Nojarella, salta quest’anno il festival musicale e gastronomico

Noicattaro. Nojarella front

 

Dopo ben tre edizioni, il festival musicale e gastronomico di fine anno non si terrà. Parliamo di Nojarella ovviamente, l’evento clou che ha sempre fatto “rumore”, attirando gente da tutto il circondario. Per saperne di più abbiamo sentito Gaetano Sanitate che - insieme a Marica Ciavarella, Rossella Milillo, Vincenzo Dalessio, Laura Ragone, Ilaria Pastoressa, Ornela Xhemaj e Leonardo Santamaria - fa parte dello staff di Indipercui/Radio 103, associazione organizzatrice insieme a Nojattiva. Buona lettura.

Abbiamo saputo che quest’anno Nojarella non si terrà. Come mai?

Nojarella nasce nel 2012, prima come censimento di musicisti nostrani che fanno musica propria, lanciato dai ragazzi di Indiepercui/Radio 103 e NoicattaroWeb, e dopo diventa Festival grazie all’apporto sul territorio dell’associazione Nojattiva. Dopo tre festival a Largo Pagano e una carrellata di date con “Musica a Km Zero” nei bar nostrani, abbiamo deciso di metterci in pausa perché ci siamo accorti di non avere le forze necessarie per assicurare una decente organizzazione dell’evento, sottolineando che è una iniziativa basata esclusivamente sul nostro lavoro volontario.

Eppure Nojarella era diventato un gran bel punto di riferimento. Una sorta di “festacchione” di fine anno...

Questa iniziativa in questi anni è riuscita, in un territorio difficile come quello di Noicattaro, a portare qualcosa di nuovo per le piazze e i locali del paese, portando avanti obiettivi concreti e molto difficili in provincia: un obiettivo sociale, di creare spazi di aggregazione volutamente e puramente giovanili; un obiettivo culturale, di proporre arte originale del territorio e di far incontrare tra loro gli artisti stessi e mettendoli a confronto anche con band ospiti che suonano nei club nazionali e internazionali. Questi obiettivi, per noi e per il nostro piccolo, sono stati raggiunti anche se siamo consapevoli che si possa fare di più. Quando poi si riesce a portare in piazza i giovani del tuo paese e quelli dei paesi limitrofi, allora è inevitabile che si crea il “festacchione” e Noicattaro rivive.

Grazie a questo festival, abbiamo potuto assaporare una musica “diversa”, con artisti di un certo spessore...

Sarebbe stato facile anche per noi attirare le “folle” mettendo su di un palco cover band o artisti famosi. Più difficile è lavorare con lungimiranza e dare spazio a chi ne ha bisogno, ovvero artisti emergenti con tanta voglia di mettersi in gioco. E credo che un’associazione socio-culturale no profit debba avere come priorità questi obiettivi. Voglio citare alcuni aggiornamenti delle band che in questi anni abbiamo visto suonare a Nojarella: i Soviet Soviet (headliners 2014, ndr) in questi giorni stanno rilasciando il secondo album e sono sulla rivista Rolling Stone, oltre che sono sempre in giro in tutta Europa e perfino in Usa e in Sudamerica; i John Canoe (headliners 2015, ndr) hanno suonato quest’estate in Olanda e allo Sziget Festival di Budapest; i molesi Santamuerte stanno rilasciando il primo album e in questi giorni sono richiestissimi in tutta Italia e anche in Europa; i tranesi The Whip Hand sono ancora in tour nei locali italiani con il loro EP uscito l’anno scorso.

Noicattaro ha bisogno di questi eventi. C’è la possibilità di rivivere Nojarella in un altro momento dell’anno?

Le selezioni musicali di Indiepercui non si sono mai fermate, ogni mercoledì su Radio 103 e il sabato sulla vostra rivista NoicattaroWeb con la rubrica “Discover”. Abbiamo, dunque, da un lato tantissime nuove band da voler far ascoltare e dall’altro abbiamo tantissime richieste di band del territorio che vogliono suonare. Gli spazi purtroppo sono pochi e a livello politico, nazione e locale, l’attenzione è molto scarsa. Aver bloccato l’evento di fine anno non vuol dire che Nojarella sparisce. Anzi, stiamo pensando, tempo privato permettendo, di evolvere l’iniziativa cambiando il format, puntando a fare più date, di dimensioni ridotte e in vari luoghi del paese, pubblici e privati. È un modo per “ricavare” più spazi durante l’anno agli artisti emergenti, per essere più presenti di prima sul territorio. Nei prossimi mesi si vedrà.


[da La Voce del Paese del 10 Dicembre]

Noicattaro. Nojarella intero

Commenti 

 
#27 Papponi 2016-12-20 15:27
Propongo una modifica del nome: nojapassiva!
 
 
#26 Psichiatra 2016-12-20 15:22
Mentana fuori i secondi!
 
 
#25 Ipocrisia 2016-12-20 15:20
X benito2 guarda che parlo da uomo di sinistra legato al territorio da anni e anni di volontariato. Quello vero! Non quello che per fare qualcosa occorre il contributo del comune.
Benito 2 vai a pettinare le bambole.
 
 
#24 Benito 2 2016-12-20 14:44
ipocrisia torna a giocare a fare il 5 stelle che e' meglio!!
Sappi però, anche se e' difficile ammetterlo, che non tutta ruota intorno voi per fortuna!
volete istituire una dittatura a pensiero unico, con lacche', nani e ballerine
resistere! resistere! resistere!
 
 
#23 Mentana 2016-12-20 14:43
Analisi di nojattiva:
Alberto Ardito (presidente Noicàttaro 5 stelle)
Gabriele Parisi (staff del sindaco)
Luca Cinquepalmi (staff del sindaco)
Sergio Ardito (Nojani Adesso)
Maddalena Monti (Nojani Adesso).
Non attivisti: molti altri.
Qui c'è qualcuno che strumentalizza il lavoro volontario. Cosa molto grave.
 
 
#22 Psichiatra 2016-12-20 08:08
A conferma della (a)politicità delle associazioni; vere propaggini delle liste civiche o dei partiti.
Il silenzio è sempre d'oro!
 
 
#21 Ipocrisia 2016-12-20 08:06
X Benito. Il mio commento era in risposta ad un altro.
Poi è chiaro il perché non vogliano fare la manifestazione in questione.
Chissà chi c'è dietro nojattiva!
 
 
#20 Duce 2016-12-20 07:35
Meno male che non si fa più quella sottospecie di manifestazione
 
 
#19 Antonetta 2016-12-19 19:51
Gaetà vatt a cuc.....sei rimasto fregato, i 5 stelle nn ti stanno calcolando proprio dopo tutto quello che hai fatto per loro in campagna elettorale.
 
 
#18 benito 2016-12-19 19:43
"Non mi risultano attivisti del 5stelle tra le fila della associazione in questione. Forse ex attivisti che assieme a qualcun altro è uscito dal gruppo.."
quindi se ho ben capito il metodo per valutare un'associaizone è capire quanti attivisti o simpatizzanti 5 stellne facciano parte o meno,chapeau! questo la democrazia con cui si intende la pianificazione degli eventi, dove ogni cosa si riduce se parteggi per questa amministrazione o meno
a voi mussolini vi fa un baffo!
 
 
#17 Vitantonio 2016-12-19 19:05
Discussione assurda, adesso anche chi fa il volontario deve rendere conto e deve stare attento a ciò che dice in un ambito che magari conosce da tanti anni. Chissà chi si nasconde dietro Ipocrisia.
A questi ragazzi faccio un in bocca al lupo sperando che possano riprendere l'attività, molto originale e che va oltre il paese stesso.
 
 
#16 Elia 2016-12-19 16:23
Per Ipocrisia. Io penso si parli in generale di cultura a tutti i livelli, infatti dice nazionale e locale. Perché a quanto capisco si può riferire sia a un piccolo paese di provincia quanto alla città un po' più all'avanguardia. Credo che possa essere abbastanza condivisibile come pensiero, cioè che bisogna fare sempre di più e sempre meglio.Perché bisogna leggere cose che non ci sono scritte?
 
 
#15 Ipocrisia 2016-12-19 15:43
X Elia.

........"Gli spazi purtroppo sono pochi e a livello politico, nazione e locale, l’attenzione è molto scarsa"
 
 
#14 giacomino 2016-12-19 14:57
caro associazioni politiche non parliamo di associazioni, che sbaglio o il delegato agli "eventi culturali", consigliere comunale nonché fratello del sindaco era presidente di un associazione che faceva eventi con il patrocinio del comune? Ed ora questa stessa associazione mi pare che sia molto presente ad organizzare eventi come quelli natalizi??? si chiama " movimento noiano" o sbaglio?
 
 
#13 Ipocrisia 2016-12-19 14:07
Tutanraimond hai dimenticato giusto qualcuno di altre liste cucinare che. Per la cronaca molto da te menzionati non sono più o non lo sono mai stati attivisti.
 
 
#12 G. Sanitate 2016-12-19 13:33
Amici cari,
volete l'elenco dei promotori dell'iniziativa che non hanno dato la disponibilità per problemi personale di tempo da dedicare al volontariato (tra cui il sottoscritto) ? Credo siano faccende private. Inoltre nell'ultima risposto dico chiaramente che stiamo pensando a un nuovo format oltre che sta scritto che il sottoscritto continua a fare attività nell'ambito con altri mezzi.
Riguardo la politica intendo questo: è normale che per queste iniziative il Comune si basi sul volontariato della gente o magari è meglio una programmazione e pianificazione? E questo accade DA ANNI.
Ciao a tutti e Buon Natale
 
 
#11 Elia 2016-12-19 13:17
Ma l'intervista l'avete letta o andate a interpretazioni? Io leggo: "abbiamo deciso di metterci in pausa perché ci siamo accorti di non avere le forze necessarie per assicurare una decente organizzazione dell’evento, sottolineando che è una iniziativa basata esclusivamente sul nostro lavoro volontario". Chi ha parlato dell'amministrazione?
 
 
#10 TUTANRAIMOND 2016-12-19 08:42
L'associazione nojattiva è il movimento 5 stelle. Gabriele Parisi, Luca Cinquepalmi, Nico Ippolito, Dorotea Cappelli, Domenico Anelli, Gaetano Sanitate. Più schierati di cosi non si può
 
 
#9 Ipocrisia 2016-12-19 07:57
Non mi risultano attivisti del 5stelle tra le fila della associazione in questione. Forse ex attivisti che assieme a qualcun altro è uscito dal gruppo.
Ma poi mi chiedevo. Parla questi sabotate di spazi della politica è responsabilità ma per caso hanno chiesto di poterla fare nojarella e gli è stato dato picche oppure si parla tanto per.
Penso che psichiatra abbia ragione qui le manifestazioni sono fatte non per il bene del paese ma per l'amico politico di turno che fa parte della associazione e usa l'associazione, e usando va bene, per fare manifestazioni (non vorrei pensare a male come diceva Andreotti).
Quindi mio caro Sanitate sei pregato di non offendere l'intelligenza di noi lettori pensando di essere più furbo perché non lo sei.
Altro che spazi, band emergenti e politica che impedisce loro di esprimersi.
Se veramente volevate fare la manifestazione avrete fatto il diavolo a quattro per organizzarla.
Che poi l'amministrazione contribuisce in minima parte (giusto il palco) ma se si vuole la so può fare anche senza palco mettendo in risalto eventualmente l'assenza della amministrazione.
Sanitate nel calcio si parlerebbe di AUTOGOL
 
 
#8 G. Sanitate 2016-12-19 00:08
Ciao Francuccio
Non è una questione politica. Un po di pausa fa bene, anzi benissimo visto che i live preferisco vederli che organizzarli. Per il resto tranquillo, ho aderito a Feudalesimo e Libertà. Definitivo. :P
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI