Lunedì 22 Aprile 2019
   
Text Size

“Il Presepe che abita la storia”, all’Immacolata la natività

Noicattaro. Presepe all'Immacolata 2016 front

 

Il Presepe non è soltanto il rinnovarsi di una tradizione, che in modi diversi e con diverso sentire entra nelle nostre case e chiese come un segno religioso. Per i Confratelli dell’Immacolata è l’opera di un passato che si prefigge di costruire il presente cercando di meravigliare e, allo stesso tempo, educare. La rappresentazione che la Confraternita dell’Immacolata offre per il quarto anno raffigura l’evento dell’Eterno che viene ad abitare in mezzo a noi, viene, se vogliamo, ad abitare la storia. È quello della civiltà contadina nojana, il costante richiamo dei suoi lavori, dei suoi tempi.

Il monumentale presepe vuole ormai essere nell’idea degli autori un vero e proprio “tuffo nel passato”, a cominciare dal grande boccascena che invita il visitatore ad “affacciarsi nella finestra” della Noicattaro che fu. La natività, seguendo i canoni napoletani, è ambientata nella vecchia piazza Umberto I; attorno ad essa si aprono scenografie reali e mestieri scanditi dai rintocchi della torre oraria cittadina.

Lo spaccato di paese è visto e disposto in una prospettiva reale, peculiare: l’inizio tra Via Madre Chiesa, piazza Umberto I e il principio di via Carmine. Siamo all’incirca negli anni ’30 del secolo scorso, comunque dopo il 1921, anno di inaugurazione del vecchio monumento ai caduti.

Volti nojani, arsi dalla calura del sole, volti vivi che sembrano parlare dei tempi che furono: il barbiere, il prelato salutato dalla lavandaia, il ragazzetto e la marachella appena compiuta ai Carabinieri, e poi la piazza, il luogo di sosta, ristoro, il luogo del ritrovo e anche del lavoro. Tutt’attorno è un pullulare di gente e traini. Ogni abitazione comodamente arredata come un tempo: i salotti della ricca borghesia, le camere da letto, la vecchia Caserma.

Insomma, la genuinità dei tempi passati rivisitati dall’arte presepiale della Confraternita dell’Immacolata diventa lo scenario umano più accogliente per la Bellezza del Divino che, nella storia semplice di un bambino, fa nuova la terra.

La Confraternita coglie l’occasione per invitare quanti vorranno ammirare il presepe, aperto al pubblico fino al 6 Gennaio 2017 con i seguenti orari: dalle 18.00 alle 20.30 (giorni feriali), dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 18.00 alle 21.00 (giorni festivi).

Noicattaro. Presepe all'Immacolata 2016 intero

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI