Sabato 14 Dicembre 2019
   
Text Size

Alla scuola “Sabin” il Villaggio di Babbo Natale. FOTO

Noicattaro. Il Villaggio di Babbo Natale alla Sabin front

 

Quest’anno per festeggiare il Natale, le insegnanti della scuola d’infanzia “Sabin” hanno deciso di trasformare il giardino della stessa scuola, nella “Lapponia di Babbo Natale”, creando e curando nei minimi dettagli ogni spazio disponibile. Decisione sostenuta soprattutto dal Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo, prof.ssa Rosaria Giannini D’Ursi, che ha confermato l’impegno e la fatica impiegati da docenti, collaboratori e insegnanti affinchè la manifestazione riuscisse al meglio. Un vero e proprio villaggio di Babbo Natale, nel quale bastava poco per immergersi e tornare bambino e sentirsi parte integrante di una grande famiglia che è quella della scuola. Il Natale è, infatti, una delle feste più attese dai bambini, una ricorrenza magica che rimane impressa per sempre nella mente di ogni individuo.

I bambini, oltre a rivisitare l’aspetto sacro di questo evento con le proprie docenti, sono stati i protagonisti di un viaggio incantato nella loro stessa fantasia e immaginazione: per due brevi ed intense giornate si sono trasformati in piccoli elfi, i famosi aiutanti del millenario nonno che è da sempre Babbo Natale!

L’aria che si respirava nel cortile della scuola, comunicava gioia, serenità e lo spirito giusto per vivere un Natale perfetto: una ricarica colma di unione, condivisione, amicizia e dell’essenzialità della famiglia, intesa anche e soprattutto come scuola.

Sabato 17 Dicembre e domenica 18, così, i bambini dai 3 ai 5 anni, sempre accompagnati dai più piccoli della sezione “Primavera”, con canti e balli hanno dato vita allo straordinario villaggio di Babbo Natale, grazie anche alla collaborazione de “Il Setticlavio”. Straordinario è stato coinvolgere i piccolini nei più spassosi laboratori: dalla costruzione di giocattoli alla creazione di oggetti in plastilina, dal trucco creato dalla “regina degli elfi” e della “regina delle nevi” alle storie sul Natale narrate da un simpatico nonno. Non poteva mancare l’ufficio postale per imbucare le letterine, e la fantomatica casa di Babbo Natale, il quale accoglieva tutti, ininterrottamente.

“L’obiettivo è stato quello di far riconoscere ai bambini la propria interiorità, di far maturare la capacità di cooperare e collaborare insieme, di sviluppare rapporti di fiducia e di amore per gli altri”, hanno dichiarato le docenti coordinatrici Elisa Ruggieri e Grazia D’Alessandro. “È necessario che sin da piccoli si sviluppi l’appartenenza non solo alla propria famiglia di origine e ancor di più alla grande famiglia che è il nostro Istituto Comprensivo, ma anche alle radici delle nostre tradizioni.”

Presenti anche Claudio Cocozza, assessore all’Ambiente e Anna Rita Didonna, consigliere comunale, i quali hanno salutato i bambini e le famiglie, regalando loro un dolce buon Natale.

Due giornate, insomma, interamente dedicate ai bambini, i veri e propri protagonisti della scuola e del nostro domani, che con il loro fare sapiente e fantasioso, hanno reso la manifestazione una pura occasione di crescita e di riscoperta di se stessi per i più grandi.


[da La Voce del Paese del 24 Dicembre]

Qui tutte le foto

Commenti 

 
#1 didonnai. 2017-01-09 16:48
Complimenti al dirigente e alle maestre. Questa e' la scuola che vogliamo dove i nostri piccoli crescono con gioia e serenita'!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI