Mercoledì 20 Marzo 2019
   
Text Size

“Ara e Frizz”: la De Gasperi e il miracolo dell’amicizia

Noicattaro. Presentazione del libro “Ara e Frizz” front

 

“Bambini, se posso darvi un consiglio: leggete, leggete, leggete”. Si è concluso con questo bellissimo invito l’incontro di presentazione del libro “Ara e Frizz”, organizzato dalle classi 2^E e 2^F del 2° Circolo Didattico “De Gasperi” e svoltosi lo scorso 16 Gennaio nella bellissima cornice del Palazzo della Cultura.

Ospiti della serata - ideata e organizzata dalle docenti Olimpia Deleonardis, Elda Sorino e Corradina Campione e dal Dirigente Scolastico dott.ssa Domenica Camposeo - sono stati l’autore Alessandro Schino e Ilaria De Vanna, mediatrice familiare.

Prima di dare la parola all’autore, la maestra Deleonardis ha salutato il pubblico, sottolineando che questo libro rientra nel progetto “Gentilezza”, ovvero una campagna per la buona educazione, la cortesia, la gentilezza appunto. “Noi continuiamo a ribadire certi concetti. È importante che i bambini socializzino tra di loro e lo facciano con rispetto, che è alla base di ogni rapporto”.

L’incontro si è aperto con una piacevole sorpresa che i docenti e gli alunni dalle classi 2^E e 2^F hanno voluto fare all’autore: una canzoncina riguardante proprio il cane Ara e il gatto Frizz, e il tema del libro. “Neanche nel più ardito dei miei sogni avrei potuto immaginare una cosa bella come questa”, ha commentato l’autore, visibilmente emozionato. “Mi avete fatto un regalo grandissimo, grazie di cuore”.

È una storia dolce e avvincente quella di Ara e Frizz. L’amicizia fra il cane e il gatto sorprende tutti nel cortile della villa abbandonata in cui vivono assieme ad altri loro simili e ad un pugno di variopinti ed improbabili animali. Lo steccato che divide il cortile in due fazioni non riesce ad impedire ai due protagonisti, un cane e un gatto, di diventare inaspettatamente amici. E di farlo “abbagolando”, un termine - nato dalla fusione tra “abbaiare” e “miagolare” - ideato da Alessandro Schino per indicare una lingua speciale, tutta loro, che utilizzavano per capirsi. “Questo - continua l’autore - vuol essere un messaggio anche per i più grandi: c’è sempre un modo per capirsi. A volte basta solo inventarlo”. Ed è proprio il ruolo di Ilaria De Vanna, la quale si occupa delle situazioni di conflittualità all’interno della famiglia: “Il nostro compito, come mediatori familiari, è quello di creare e riscoprire un nuovo linguaggio, per demolire quelle barriere che non ci permettono di comprenderci”, ha commentato la psicologa e psicoterapeuta De Vanna.

Curiose le mille domande dei bambini, uno dei quali ha chiesto all’autore da dove nasce l’idea di scrivere questo libro. “C’erano due miei amici, Michele e Marcella, che erano fidanzati ma litigavano sempre, come cane e gatto”. Questi due animali, spiega l’autore, non sono rivali, ma semplicemente non si capiscono perché usano linguaggi diversi per comunicare. “Io ero amico di entrambi e allora un bel giorno mi venne l’idea di scrivere un breve racconto, all’epoca di 8 pagine, che magari potesse ispirarli e ricondurli a cercare un linguaggio comune e fare pace”. Un bambino prova a spiegare all’autore che, parlando, come fa lui con il suo amichetto, è facile capirsi. “Hai ragione”, risponde il simpaticissimo autore. “Purtroppo succede che, crescendo, le persone non si capiscono più, o forse non vogliono”.

Curiosa la dedica iniziale scritta nelle prime pagine del libro, nella quale ricorda, oltre al papà Franco e alla futura moglie Ilaria, la sua maestra delle scuole elementari Angela: “Tutte le maestre insegnano a scrivere, ma non tutte insegnano ad amare la scrittura. E io sono stato fortunato, come lo siete voi ad avere queste splendide insegnanti”.

L’amicizia tra un cane e un gatto può essere definito proprio come un miracolo. Lo stesso miracolo che dovrebbe verificarsi tra tutti gli esseri umani. Forse dovremmo iniziare ad “abbagolare” un po’ di più, proprio come fanno i bambini.


[da La Voce del Paese del 21 Gennaio]

Qui alcune foto

Commenti 

 
#1 Alessandro Schino 2017-01-24 08:07
GRAZIE!
Una esperienza magnifica, che mi ha arricchito immensamente!
Davvero grazie!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI