Domenica 20 Gennaio 2019
   
Text Size

Autofficina sequestrata, Vito Clemente: “Non siamo noi”

Noicattaro. Officina meccanica front

 

Sul giornale cartaceo della scorsa settimana vi abbiamo parlato del sequestro dell’autofficina illegale, sita tra Noicattaro e Rutigliano. Un grande capannone all’interno del quale vi erano 3-4 automobili rubate e numerosissimi pezzi di ricambio.

Di conseguenza i Carabinieri di Rutigliano hanno provveduto ad arrestare due persone, per l’attività illecita.

In merito a questa notizia, in tanti si sono chiesti: qual è l’officina sequestrata? In molti, ahinoi, hanno pensato che il capannone in questione fosse quello di Vito Clemente, meccanico regolare da oltre 20 anni. Si tratta, chiaramente, di una notizia falsa, messa in giro da qualche malpensante. Una notizia venuta fuori da qualche considerazione fatta dai lettori, dovuta al fatto che sulla strada che collega i due paesi c’è davvero un’autofficina, legale però, ovvero quella del sig. Vito Clemente. Che chiaramente non è quella interessata dal provvedimento dei Carabinieri.

“In giro tutti pensano sia la mia officina quella sequestrata”, ha commentato Clemente. “La mia autofficina continua a lavorare normalmente. Non centriamo niente con quella storia”.

In effetti l’autofficina Clemente si trova poco distante da quella effettivamente sequestrata. E in quella zona i capannoni sono tutti uguali, con lo stesso stile. E questo potrebbe aver fatto pensare a male.

Questo per dovere di cronaca.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI