Domenica 21 Aprile 2019
   
Text Size

Terremoto e nevicate centro Italia, l’esperienza dei nojani

Noicattaro. Aiuti Marche front

 

Le esperienze forti lasciano sempre un segno, a volte indelebile.

Lo scorso 28 Gennaio il sottoscritto ha avuto la possibilità, grazie alla Protezione Civile di Noicattaro, di recarsi a Force, in provincia di Ascoli Piceno, nelle Marche. Una zona, come tutti sapete, colpita prima dal terremoto, e poi dalle abbondanti nevicate. Un paese in ginocchio, ma che vuole rialzarsi.

Come potrete leggere in queste pagine, abbiamo avuto modo di chiacchierare con don Luca Rammella, della Parrocchia di San Francesco di Force. Nei suoi occhi la stanchezza, fisica e mentale. Le scosse, da Agosto ormai, sembrano non voler lasciare in pace questi paesini, mettendo a dura prova la pazienza di chi vive lì.

Gli ansiolitici sono un palliativo per chi non riesce a non pensare a quanto accaduto. Perché ogni volta che sente una scossa pensa al lampadario che si muoveva pericolosamente sulla sua testa, o al campanile crollato davanti ai suoi occhi, o al quadro appeso nella stanza da letto e che minacciava di cadere.

E allora non resta che aggrapparsi alla vita, con tutto ciò che resta. E l’unico modo è farlo attivamente, aiutando i compaesani più in difficoltà, proprio come sta facendo don Luca, un parroco dal cuore grande. La neve e le scosse di terremoto non lo fermano, come non lo ferma la paura di ritrovarsi a vivere un’altra situazione di pericolo. Afferra il Crocifisso in mano e ripete: “Il Signore ci aiuterà”.

E il suo buon cuore lo abbiamo notato quando, nonostante le difficoltà che stanno vivendo, ci hanno accolti nel Convento e ci hanno offerto un caffè, accompagnato da un dolce fatto in casa. Anche in casi di emergenza non manca l’ospitalità e la buona educazione. Aspetti che potrebbero venir meno quando la natura fa scappare i nervi anche all’uomo più tranquillo del mondo.

Ma qui nessuno ha perso la pazienza, anzi! C’è tanta voglia di rifare tutto da capo, con lo stesso entusiasmo di sempre. Con la consapevolezza di non essere soli. Perché da qualche giorno anche Noicattaro è lì con loro, come il piccolo borgo di Torre a Mare. Perché insieme si può!


[da La Voce del Paese del 4 Febbraio]

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI