Lunedì 25 Marzo 2019
   
Text Size

Chiesa della Lama, Masotti è il nuovo priore della Confraternita

Noicattaro. Elezione Direttivo “Confraternita della Passione e Morte di Nostro Signore Gesù Cristo” front

 

Dallo scorso 23 Gennaio la “Confraternita della Passione e Morte di Nostro Signore Gesù Cristo” della Chiesa Madonna della Lama di Noicattaro, che - tra le altre cose - cura minuziosamente l’organizzazione dei Riti della Settimana Santa nojana, ha un nuovo priore. Si tratta di Nicola Masotti, 48enne, che nello scorso Consiglio Direttivo aveva ricoperto la carica di secondo vice priore. Masotti succede a Leonardo Boccuzzi, che fu eletto l’8 Dicembre del 2013; rivestirà l’incarico sino al 22 Gennaio 2020. Abbiamo rivolto a Nicola Masotti qualche domanda, per farci illustrare la nuova composizione del Direttivo e le linee guida sulle quali impostare il prossimo triennio.

Com’è composto il nuovo Consiglio Direttivo della Confraternita?

La Consulta nominata dal Padre Spirituale Giuseppe Conversa aveva indicato dieci candidati, tra i quali l’Assemblea dei Confratelli e delle Consorelle, una cinquantina di componenti, avrebbe dovuto scegliere con votazione le cinque persone a cui assegnare le cariche direttive. Il Consiglio Direttivo 2017-2019, suffragato nella riunione del 26 Dicembre, è dunque composto dal priore, il sottoscritto, dal vice presidente Giacomo Cardascia, dal direttore amministrativo (o cassiere, ndr) Battista Loschiavone, dal segretario Leonardo Boccuzzi (il priore uscente, ndr) e dal secondo assistente Domenico Ippolito.

In che modo si è avvicinato alla Confraternita?

Mi sono aggregato alla Confraternita come novizio nel 2002. Tengo a precisare che la motivazione non è legata al voler partecipare alla Settimana Santa, come spesso si sente dire. La mia decisione nasceva da un’autentica vocazione: ho fatto il Ministrante sin da giovanissimo, e ho sempre avuto un rapporto continuativo con la Fede. Nel 2003 sono stato nominato Confratello, e presto, dal 2005 al 2007, ho ricevuto il primo incarico nell’amministrazione con nomina di segretario. Dal 2013 al 2016 sono stato secondo assistente, e adesso questo riconoscimento di cui sono molto orgoglioso.

Quale sarà il suo approccio con i compiti di prodigiosa onorificenza?

Sicuramente farò in modo che i riti ecclesiastici siano improntati sulla semplicità e sulla sobrietà, valori in cui credo molto perché è in quelli che, secondo me, risiede la bellezza. La rievocazione della passione di Gesù Cristo è una cerimonia da svolgere in maniera semplice, ma da organizzare con cura. Bisogna portare avanti il lavoro svolto egregiamente fino ad oggi, con un occhio al futuro. Disponiamo di un tesoro inestimabile, i riti della Settimana Santa, che non vogliamo si perda nel tempo. Non dimentichiamoci che per l’occasione vengono a Noicattaro fedeli anche da altri paesi. Un’innovazione potrebbe essere quella di dare risonanza nazionale alla nostra Settimana Santa, che non ha nulla da invidiare alle tradizioni che vengono alla ribalta sui mezzi di comunicazione. Per farlo però servirebbe offrire più servizi ai forestieri in modo da agevolare la loro permanenza nel nostro paese. Certo, per questa amplificazione sarebbe indispensabile il supporto del Comune. Va ben chiarito che non intendiamo trasformare questi riti in eventi folcloristici: l’esperienza del portatore di croce è una vocazione incentrata solo sulla spiritualità. Anzi, vorremmo che la Settimana Santa sia ancora più sentita in una dimensione spirituale. Un altro punto cardine nel progetto della Confraternita è quello di dare alla comunità un’impronta di solidarietà e di aiuto verso il prossimo, cosa che già facciamo collaborando con la Caritas e altre associazioni con dei contributi.

Come cambierà il suo ruolo all’interno della comunità?

Nonostante la mia nomina a “capo”, sarò il primo a mettersi al servizio di tutta la comunità. I miei collaboratori mi aiuteranno a far sì che la Confraternita rimanga unita nel rispetto della buona cristianità.


[da La Voce del Paese dell'11 Febbraio]

Qui alcune foto, scattate da Vito Lasorella

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI