Martedì 18 Giugno 2019
   
Text Size

Raccolta differenziata, il bilancio del 2016. I numeri

Noicattaro. Ditta rifiuti front

 

Il 2016 è stato il primo anno solare della storia nojana caratterizzato per la sua totalità dalla raccolta differenziata “porta a porta”: il sistema di raccolta, introdotto nel 2015, è ormai diventato parte della quotidianità della maggioranza dei cittadini e inizia a dare i suoi frutti in termini di efficienza, come è possibile evincere dai dati consultabili nella sezione “Osservatorio rifiuti” del portale ambientale della Regione Puglia.

Durante l’ultimo anno, a Noicattaro sono stati prodotti 10.937 tonnellate di Rifiuti Solidi Urbani (R.S.U.), di cui la frazione differenziata ha rappresentato il 46,97%; la percentuale di raccolta differenziata risulta inoltre essere in costante crescita da Settembre (47,13%) fino a Dicembre, con un picco del 51,43% nell’ultimo mese dell’anno nonostante l’impatto tradizionalmente negativo delle festività natalizie. I dati a nostra disposizione riportano inoltre una percentuale che si attesta attorno al 53% nel mese di Gennaio del 2017, a confermare il trend positivo rilevabile dagli ultimi dati del 2016.

Il perché dell’accelerazione iniziata in Autunno va probabilmente individuato nell’introduzione del sistema “porta a porta” anche nelle zone a mare, visto che in precedenza la percentuale nojana di raccolta differenziata ha danzato, da Gennaio fino alla fine dell’estate dello scorso anno, attorno al 45% con un picco negativo del 40,23% a Maggio ed uno positivo del 50,80% Giugno, un dato quest’ultimo da prendere generalmente come “outlier” - ovvero un dato fuori dal normale - in quanto in tale mese avvengono rilevazioni importanti per il calcolo dell’ecotassa ed ogni Comune tende a “spingere” per risultati migliori.

Interessante è inoltre confrontare l’evoluzione dei dati della produzione di rifiuti complessiva negli ultimi tre anni: nel 2014, prima dell’avvento del “porta a porta”, il totale di Rifiuti Solidi Urbani in un anno era stato di 13.115 tonnellate, drasticamente calato con l’avvento del “porta a porta” nel 2015, nonostante fosse iniziato soltanto a Settembre, a 11.390 tonnellate. Il 2016 si è chiuso con un totale di R.S.U. pari a 10.937 tonnellate, con una riduzione di circa il 4% su base annua. La produzione di rifiuti pro capite mensile è passata dai 43 kg circa del 2014 ai 38 kg circa del 2015, attestandosi a 37,39 kg nel 2016: mediamente, quindi, il cittadino nojano nel giro di due anni ha prodotto circa 6 kg di rifiuti in meno!

Il calo di Rifiuti Solidi Urbani è osservabile in ogni Comune che passa dal sistema di raccolta stradale tramite cassonetti al sistema di raccolta “porta a porta”: una variazione fisiologica generalmente imputata ad una maggiore responsabilizzazione degli utenti e alla limitazione del conferimento improprio ed eccessivo dei rifiuti; il calo di R.S.U. è inoltre ulteriormente accentuato all’aumentare della percentuale di raccolta differenziata, come è possibile notare elaborando i dati del Rapporto Rifiuti Urbani annuale a cura dell’I.S.P.R.A. (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale).


[da La Voce del Paese del 18 Febbraio]

Noicattaro. Rifiuti 2016 intero1 Noicattaro. Rifiuti 2016 intero2 Noicattaro. Rifiuti 2016 intero3

Commenti 

 
#7 Mangiapagnotta 2017-03-01 15:18
Dillo tu visto che sei consigliere e anche interessato!
 
 
#6 mangiapagnotta2 2017-03-01 08:43
Ripropongo mangiapagnotta:

quali sono le manifestazioni inutili e stupide?
Quanti soldi sono stati sperperati?
Riesci ad essere più preciso?

Grazie
 
 
#5 Mangiapagnotta 2017-03-01 07:55
Mangiapagnotta2 tu puoi saperlo meglio di noi poiché stai mangiando alla grande!
 
 
#4 mangiapagnotta2 2017-02-28 09:47
mangiapagnotta, quali sono le manifestazioni inutili e stupide?
Quanti soldi sono stati sperperati?
Riesci ad essere più preciso?

Grazie
 
 
#3 Pro veritate 2017-02-28 08:56
Agganciandomi al commento di angela, consiglierei i baldi giovani amministratori 5S, di farsi una bella passeggiata nelle strade di campagba appena fuori il paese. Qualche esempio: Parco Trisorio Cipolluzzi, c.da Calcare, tutte le campagne confinanti con Le Lame.(Grande amore e rispetto per il proprio territorio!) Dopo il tour, gli stessi amministratori, forse prenderebbero finalmente contezza di dove finisce la maggior parte dell'indifferenziato ed altro. Cosi'come risulta risibile il lavoro della spazzatrice che, chissa' xke', pulisce sempre le solite quattro strade centrali, ignorando completamente quelle che dal centro, si diramano verso la periferia. Per amministare seriamente,per favore, fatelo con meno proclami e piu' contezza! Non tutti i noiani hanno l'anello al naso e, dunque, valutano e giudicano.
 
 
#2 Mangiapagnotta 2017-02-28 07:23
I 6 kg non ci sono perché ormai con tutte le tasse da pagare ci mangiamo anche le confezioni degli alimenti!
Nel mentre i 5stelle sperperano soldi per manifestazioni inutili e stupide!
Tra poco inizieremo a pagare per la lirica! Ne sono certo!
Buone tasse a tutti!
 
 
#1 angela 2017-02-27 13:40
i 6 kg pro capite di rifiuti in meno sono da ricercare nelle campagne!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI