Martedì 15 Ottobre 2019
   
Text Size

A Torre a Mare “con il trattore andiamo a coltivare”

Torre a Mare. Trattore Padre Dante front

 

Un recente tormentone musicale suona “col trattore in tangenziale, andiamo a comandare”, ma a Torre a Mare con il trattore si va a coltivare.

La Cooperativa Sociale Siloe nasce a Bari nel 2015 con l’obiettivo principale di reinserire nel contesto lavorativo i ragazzi del Centro di Accoglienza “San Nicola”, su idea di Padre Dante Leonardi dell’associazione “Nuovi Orizzonti”, attraverso il giardinaggio, l’agricoltura e la trasformazione di prodotti tipici pugliesi. I prodotti vengono curati dalla semina alla raccolta, fino alla trasformazione e alla commercializzazione finale dai soci della cooperativa, cercando quotidianamente di garantire la genuinità dei sapori tradizionali pugliesi. L’attività della cooperativa vede da sempre impegnati moltissimi ragazzi con un passato difficile, un qualcosa che il lavoro quotidiano sta pian piano cancellando, restituendo loro un futuro, fatto di reintegrazione sociale ed accoglienza.

La comunità di Padre Dante da tempo necessitava di un mezzo meccanico per poter svolgere la propria attività nei campi in maniera ottimale e permettere alla cooperativa sociale “Siloe” di crescere ulteriormente. Un trattore per coltivare, che purtroppo ha un costo, che la comunità da sola non poteva affrontare.

Nessun problema: Torre a Mare e la Parrocchia di San Nicola sono sempre pronti a tendere la mano a chi ha bisogno e persegue un fine sociale di indiscusso valore. Parrocchia e comunità si sono prodigati per raccogliere i fondi, che mancavano a Padre Dante e ai suoi ragazzi per l’acquisto di un trattore rosso di 55 cavalli.

Una promessa mantenuta, come ricorda don Fabio Carbonara in un suo post su Facebook, un gesto che rinsalda e testimonia il concetto di comunità, capace di andare oltre la semplice appartenenza, i selfies e i mi piace, che oggi contano meno di zero. Ci piace raccontare i risultati le belle cose, la volontà e l’impegno che va giustamente riconosciuto a quelle persone che in silenzio danno il proprio contributo.

Il 5 Febbraio sulla piazzetta adiacente la parrocchia di San Nicola, il trattore appena acquistato è stato benedetto da don Fabio, alla presenza dei ragazzi della Cooperativa Sociale, tra applausi e banchetti su cui in bella mostra c’erano i prodotti della nostra terra e dell’impegno di tanti ragazzi, che giorno dopo giorno comprendono il significato della parola rinascita.

Il parroco di Torre a Mare, con tanto di diretta Facebook, ha ricordato l’impegno e la preziosa attività della comunità di Padre Dante, purtroppo assente perché a Roma, ribadendo ancora una volta che con questo trattore andremo a coltivare e non a comandare.

La comunità parrocchiale e pelosina ha presenziato alla cerimonia, contribuendo ancora una volta con la propria presenza e non solo a mantenere una promessa, che va ben oltre il semplice impegno e di fatto contribuisce alla crescita di questa bellissima realtà sociale del piccolo borgo di pescatori a sud di Bari.


[da La Voce del Paese del 18 Febbraio]

Torre a Mare. Trattore Padre Dante intero1

Torre a Mare. Trattore Padre Dante intero2

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI