Mercoledì 17 Luglio 2019
   
Text Size

Pericolo api in via Santa Rita e via Piave, prontamente rimosse

Noicattaro. Alveare api front

 

Come ogni anno, l’aumento delle temperature coincide con l’insediamento delle api. E il problema è emerso anche a Noicattaro. Un paio già i casi verificatisi negli ultimi dieci giorni. Non una cosa fortuita. Infatti tra Aprile e Maggio si ha l’incidenza massima della sciamatura, che consiste nell’abbandono dell’alveare da parte dell’ape regina e di gran parte delle api operaie, allo scopo di fondare un’altra colonia.

Il primo caso è stato segnalato lo scorso 13 Maggio, in via Santa Rita. Alcuni residenti, sentendo dei continui ronzii, hanno allertato la Polizia Locale, che è giunta sul posto. Gli Agenti hanno immediatamente contattato il sig. Vito Giardinelli, apicoltore da oltre 30 anni, il quale è intervenuto per rimuovere il nido di api, incastrato nei pressi di una canna fumaria.

L’altro caso si è verificato lo scorso 23 Maggio, in via Piave. Anche qui la segnalazione è giunta alla Polizia Locale, che l’ha girata all’apicoltore. L’alveare si trovava su un albero di nespole, all’interno di una abitazione privata. Ad una altezza notevole, tanto che l’apicoltore si è servito della scala offerta dal sig. Salvatore Dipierro per raggiungere il punto preciso. Gli Agenti della Polizia Locale hanno chiuso la strada al traffico, per una questione di sicurezza.

Le api sono delle specie protette, per questo l’intervento di Giardinelli è stato provvidenziale in quanto ha rimosso il pericolo, senza procurare danni alle api.

Mentre in via Piave l’apicoltore si è preoccupato di aspirare le api e di rimuovere il favo - ovvero il raggruppamento di celle esagonali costruito dalle api nel loro nido per contenere le larve della covata e per immagazzinare miele e polline - in via Santa Rita il sig. Giardinelli ha potuto solo aspirare le api, in quanto il favo era incastrato in un incavo murario.

In entrambi i casi si è giunti alla soluzione del problema. Le api sono state liberate nell’apiario del sig. Giardinelli, il quale vanta oltre 500.000 api. Una curiosità: essendo l’unico apicoltore nella zona, è probabile che l’impollinazione dei nostri frutteti e di quelli esistenti nei Comuni limitrofi al nostro venga fatta prevalentemente dall’apiario del sig. Giardinelli.


[da La Voce del Paese del 27 Maggio]

Noicattaro. Alveare api intero

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI