Sabato 14 Dicembre 2019
   
Text Size

NOICATTARO, VALENZANO E CAPURSO AL SETACCIO DEI CC

carabinieri-arresto_640_x_300



I Carabinieri della Compagnia di Triggiano hanno effettuato, nel fine settimana, un servizio straordinario di controllo del territorio nei comuni di Noicattaro, Valenzano e Capurso, finalizzato a prevenire e reprimere la commissione di reati in genere. E’ questa la risposta dell’Arma che si estrinseca in una strategia di controllo serrato del territorio finalizzata a prevenire altri possibili fatti di sangue in quelle zone. L’attività, che ha visto impegnati 30 militari a bordo di 15 mezzi, in collaborazione con personale della Compagnia di Intervento Operativo del 11° Btg “Puglia” impiegata al fine di risolvere criticità emergenti della situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica in specifiche aree del territorio, si è estesa, in particolare, alle zone maggiormente frequentate da soggetti gravitanti negli ambienti malavitosi e notoriamente utilizzate per lo spaccio di sostanze stupefacenti oltre che a quelle con maggior numero di esercizi commerciali per infrenare la commissione di rapine. Nel mirino degli operanti sono finiti inoltre anche i soggetti sottoposti a regimi di detenzione domiciliare e misure di sicurezza anche attraverso perquisizioni personali e domiciliari.

Degni di nota sono stati i risultati conseguiti: tre le persone arrestate in flagranza di reato ed due in esecuzione di altrettanti ordini di sottoposizione agli arresti domiciliari. Si tratta di un 30enne di Noicattaro che sorpreso all’interno della propria abitazione con 5 grammi di cocaina, un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento della droga, dovrà rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo è stato associato presso la casa circondariale di Bari.

Stessa sorte è toccata anche al 40enne M. R., già sottoposto all’obbligo di dimora nel proprio comune di residenza ma finito in manette per false dichiarazioni sulla propria identità personale fornite allo scopo di eludere il controllo ed al 35enne F. P. che dovrà rispondere di violazione degli obblighi della sorveglianza speciale poiché trovato in possesso di 54 capi di abbigliamento contraffatti. Gli altri due soggetti ad essere arrestati sono stati invece il 29enne G. G. ed il 47enne A. A. Gli stessi, raggiunti da due provvedimenti cautelari rispettivamente per violazione degli obblighi della sorveglianza speciale e per associazione delinquere di stampo mafioso finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, sono stati associati presso le rispettive abitazioni in regime di arresti domiciliari. Durante lo stesso servizio, 5 sono state le persone denunciate a vario titolo all’A.G. di cui 2 per sottrazione di persona incapace, ingiuria e invasione di edifici, 1 per lesioni personali e minaccia, 1 per calunnia e 1 per ricettazione. 3 sono stati infine i giovani segnalati alla competente Autorità quali consumatori di droga con il contestuale sequestro di 1 grammo di hashish.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI