AVEVA SIGARETTE DI CONTRABBANDO

CARABINIERI0



Nascondeva otto pacchetti di sigarette di contrabbando nella sua sala giochi e quaranta stecche, dello stesso tipo, in un locale di fronte al circolo e finisce in carcere.


È quanto hanno scoperto giovedì scorso i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Triggiano, che hanno tratto in arresto il 46enne del luogo, L.D., con l’accusa di contrabbando di T.L.E..

I militari, durante uno specifico servizio, hanno proceduto al controllo di un circolo ricreativo. Durante l’operazione, i militari hanno scovato, all’interno di un mobiletto piazzato vicino ad un bancone, otto pacchetti di sigarette, di provenienza straniera e privi del marchio del monopolio. Nel contempo, un mazzo di chiavi rinvenuto lì vicino, sul conto del quale il gestore non ha saputo fornire una valida giustificazione, ha indotto gli operanti a procedere ad un controllo più approfondito. Dopo aver accertata l’appartenenza delle stesse ad un’abitazione sita di fronte alla sala giochi, gli operanti hanno eseguito al suo interno una perquisizione, nel corso quale sono state rinvenute quaranta stecche di sigarette, pari a circa 11 chilogrammi , prive anch’esse del sigillo del monopolio, dello stesso tipo di quelle rinvenute nel circolo ricreativo, nonché due telefoni cellulari nuovi, ancora imballati.

Inevitabile, a questo punto l’arresto per il 46enne, che dovrà rispondere anche di ricettazione, a seguito del rinvenimento dei telefoni cellulari.