“Operazione Tenerezza”, i Vigili del Fuoco salvano un gattino

Noicattaro. Gatto salvato front

 

Ci vuole cuore, sempre. Gran bella missione quella portata a termine lo scorso 15 Dicembre, a Noicattaro.

Sin dalla sera prima Paolo Francesco Colella - proprietario di un capannone sito in via Giacomo Saponaro, nella zona Pip - aveva sentito uno strano miagolio. L’indomani, questi versi sono diventati sempre più insistenti, tanto da assomigliare a dei lamenti. Così il giovane nojano ha voluto vederci chiaro, fino a scoprire che un gattino era rimasto incastrato in una specie di intercapedine strettissimo, quello spazio tra i due capannoni.

Non sapendo come fare, ha subito chiamato i Vigili del Fuoco, giunti sul posto accompagnati dagli Agenti della Polizia Locale. Il team si è messo a lavoro per trovare la soluzione migliore per liberare il gattino, le cui condizioni erano davvero precarie. “Non sappiamo se ce la fa”, diceva qualcuno a bassa voce. Il povero gatto, infatti, era rimasto incastrato in una strana posizione, con la colonna vertebrale storta.

Secondo i Pompieri, l’unica soluzione era quella di fare un buco nella parete, in modo tale da offrire una fuga al povero gatto. E così, dopo il coraggioso consenso dato dal proprietario Paolo Francesco Colella, i Vigili del Fuoco hanno aperto una finestra nel muro e, delicatamente, hanno tirato fuori il gattino, apparso molto spaventato.

Un veterinario ha visitato il gattino, apparso fortunatamente sano. Un po’ di coccole lo hanno tranquillizzato, prima di poter tornare a correre liberamente.

Un lavoro meticoloso dei Vigili del Fuoco, coadiuvati dagli Agenti della Polizia Locale, i quali hanno ringraziato il “padrone di casa” per aver permesso loro di bucare la parete e salvare il povero gatto. Un gesto che non si vede tutti i giorni!


[da La Voce del Paese del 17 Dicembre]

Noicattaro. Gatto salvato intero1

Noicattaro. Gatto salvato intero2