Sabato 24 Agosto 2019
   
Text Size

“Se mi amate osserverete i miei Comandamenti”

pagina religione

 

Sesta Domenica di Pasqua. Prima Lettura (At 8,5-8.14-17). Anche in questa domenica ascoltiamo la predicazione degli apostoli. Oggi seguiamo Filippo, Pietro e Giovanni, inviati nella regione della Samaria, dove convertono molta gente. Attraverso il gesto dell’imposizione delle mani invocano la discesa dello Spirito Santo, Luce e Forza contro il male.

Seconda Lettura (1Pt 3,15-18). San Pietro invita tutti i credenti a rinnovare la loro speranza in Gesù. Egli, pur essendo giusto e senza peccato, è stato condannato a morte come un peccatore per condurre l’umanità a Dio. Cristo risorto continua ad essere vivo e presente in mezzo a noi soprattutto nell’Eucaristia e nei Sacramenti.

Vangelo (Gv 14,15-21). “Se mi amate osserverete i miei Comandamenti”. Con questa affermazione si apre il Vangelo di oggi. Ed è un’affermazione solenne, che va compresa bene. Gesù non sta giocando con noi a fare il capriccioso (Se mi vuoi bene, fa’ così; se mi ami, dimostramelo). Non ci sta ricattando! Anzi, vuole farci comprendere che l’amore sincero per Lui provoca nel credente l’adesione ai Comandamenti, che sono suoi non semplicemente perché emanati dal Padre suo, ma perché riassumono la vita stessa di Gesù. Allora comprendiamo la portata straordinaria di questa affermazione: osservare i Comandamenti significa vivere come lui! E poi è bello notare come per sette volte, come in un ritornello, Gesù ripeta: “voi in me, io in voi, sarò con voi, verrò da voi”. Attraverso una particella semplice “in” egli ci comunica il sogno di comunione che da sempre cadenza la sua missione. La fede è essere “in” Dio. E noi lo siamo già in virtù del Battesimo che abbiamo ricevuto. Non dimentichiamolo mai! Gli stiamo a cuore, nonostante i peccati che commettiamo, le fragilità che segnano inevitabilmente la nostra esistenza. E il soffio del Consolatore che ci promette ne è il segno tangibile, che ci raggiunge come una carezza sul viso.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI