Giovedì 14 Novembre 2019
   
Text Size

“Il matrimonio della vedova”, la Fratres replica la commedia

fratres 2

 

Buona la prima. E quindi, bis! Dopo le risate dello spettacolo teatrale messo in scena lo scorso 14 Giugno, il Gruppo Donatori Volontari di Sangue “Fratres” - Parrocchia S.M. del Carmine - O.d.V. di Noicattaro è lieto di annunciare che andrà nuovamente in scena la commedia dal titolo “Il matrimonio della vedova”.

Lo spettacolo, interpretato dagli stessi componenti del Consiglio Direttivo, replicherà sabato 26 Ottobre, alle ore 20.00, presso il Teatro dell’Istituto “Rocco Desimini” di Noicattaro.

Chi ha assistito alla prima parte della commedia, andata in scena qualche anno fa, ricorderà che l’anima del povero Antonio - oggi Vituccio - morto da poche ore e compianto dalla moglie Rosa, dalle figlie Carmela e Santa, dai cognati Rino e Tina e da tutti i cari amici, si aggirava tra le persone presenti al suo funerale. Salito in Paradiso, grazie al suo comportamento esemplare osservato sulla terra, l’Onnipotente gli affida una missione: scoprire il motivo per cui soltanto poche anime salgono in Paradiso. Il povero Vituccio scende negli Inferi e con uno stratagemma riesce ad imbrogliare Lucifero, facendogli mandare inconsapevolmente anime in Paradiso. Ma la sorpresa dura poco perché, accortosi dell’inganno, Lucifero impreca contro il Padreterno e gli lancia una sfida, sotto forma di scommessa: entro un anno, chi riuscirà a portarsi via più anime, vincerà. Ora, quasi un anno è trascorso dalla sfida e siamo giunti alla resa dei conti.

Nel frattempo sulla terra, la vedova di Vituccio, tornata alla routine quotidiana, decide di sposarsi con Ronzino, vecchia fiamma delle scuole elementari. I preparativi, la cerimonia e il post-matrimonio saranno tutt’altro che sereni, caratterizzati da una presenza, sempre viva e sempre più inquietante.

Curiosi di conoscere il resto della storia? Vi aspettiamo sabato 26 Ottobre.

Ingresso libero, fino ad esaurimento posti a sedere. Non mancate!

fratres 1

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI