Lunedì 20 Maggio 2019
   
Text Size

PREMIAZIONE DEL LABORATORIO "CREA IL FUMETTO"

CREA_IL_FUMETTO_-_Copia



Nella mattinata di ieri alcune scolaresche delle due Scuole Medie “N. Pende” e “G. Pascoli”di Noicattaro hanno partecipato alla premiazione degli elaborati realizzati dagli stessi alunni   nell'ambito del Laboratorio “Crea il fumetto”.

Laboratorio a cura  dall’Assessorato ai Servizi Sociali del  Comune e dalla Cooperativa Sociale Aquarius  di Turi e che ha dato la possibilità ai ragazzi delle scuole medie nojane di esprimersi attraverso la creatività e di affrontare con la realizzazione di fumetti la tematica della dipendenza.

Ogni ragazzo ha infatti rappresentato nelle vignette  scene di dipendenza. Molti sono stati gli elaborati che hanno trattato la dipendenza dal gioco, dalla sigaretta, dall’alcol e dal computer, oltre alla tradizionale dipendenza da sostanze stupefacenti.

Il concorso è stato promosso dal Centro di Ascolto – Servizio di prevenzione alle dipendenze nell'ambito delle attività di informazione e sensibilizzazione sui danni provocati dall'uso di alcool, droghe e prevenzione delle dipendenze (internet, gioco d'azzardo, etc.).

Qui una foto della mattinata di ieri e subito dopo vi propongo a tergo della manifestazione l'intervesta all'assessore Donato Liturri e a seguire la video intervista al professore Matteo Tardio della scuola media "Pende" fra i docenti coinvolti nell'iniziativa.


CREA_IL_FUMETTO_2_-_Copia


Assessore quale scopo ha avuto il Concorso ?

Il duplice  scopo del Concorso è stato: portare i ragazzi a riflettere sulle dipendenze diffuse nella società odierna;

far conoscere, anche ai ragazzi, il Servizio Centro di Ascolto presente da anni sul territorio comunale e punto di riferimento per coppie, famiglie e genitori che necessitano di particolare supporto psico – sociale.

Infatti i Servizi Sociali comunali  non sono più semplici erogatori di assistenza, ma danno importanza alla prevenzione ed informazione. La collaborazione con le scuole è fondamentale; pertanto si cerca di integrare gli interventi offerti da entrambe le Istituzioni al fine di promuovere la tutela del territorio con il coinvolgimento delle Cooperative Sociali che gestiscono i Servizi.

 

Il fumetto vincitore del concorso è stato quello di Rosa Debenedetto e Mariangela Deflorio della classe III C della Scuola Media “G. Pascoli”.  Avendo fatto parte della commissione insieme all’Equipe del Centro di Ascolto ed all’Assistente Sociale Comunale Referente del Progetto, cosa ci può dire in merito?


Il premio è  stato assegnato per l'incisività e l'attualità  del tema sulla dipendenza da internet e da accessori multimediali, con il titolo, piuttosto ironico, “Il fratello computer” e il messaggio/divieto: “No al computer, sì al dialogo”. La scelta di realizzare un fumetto è stata determinata dal bisogno di far rappresentare la particolare tematica ai ragazzi. Il fumetto è stato considerato lo strumento di comunicazione/espressione più vicino e fruibile dai giovani. La Commissione ha condiviso pienamente il messaggio trasmesso con molta semplicità dalle due studentesse. Infatti prevale il messaggio all’abilità artistica che invece era evidente in altri elaborati.  La dipendenza dal computer purtroppo è un dramma che sconvolge molte famiglie e porta, specialmente i ragazzi, a ridurre la comunicazione verbale con la famiglia.

I ragazzi hanno partecipato con entusiasmo all’iniziativa?

Non è  stato possibile coinvolgere tutti gli alunni delle due scuole in quanto oramai prossimi alla conclusione dell’anno scolastico, molte scolaresche sono impegnate nelle verifiche di fine anno. Hanno partecipato sono le scolaresche che hanno prodotto gli elaborati.

La premiazione è stata preceduta da diversi interventi da parte dei ragazzi sulla loro esperienza di laboratorio e sulle loro opinione sul tema delle dipendenze, permettendo a noi adulti di ascoltare e fare tesoro delle loro parole per programmazione interventi più mirati e vicini ai loro bisogni.

Alla premiazione hanno partecipato, anche il Sindaco Vanni Dipierro, il Dirigente ai Servizi Sociali Francesco Lombardo,  Michele Caradonna ( presidente della Coop. Aquarius, che gestisce il Centro nei comuni dell'Ambito) e gli operatori del Centro, lo psicologo Geremia Capriuoli, l'assistente sociale Paolina Bravo e l'educatrice Lidia Positano.

 

Il centro di Ascolto realizzerà altre iniziative?

     

Nei prossimi mesi Il Centro di Ascolto concluderà l’indagine territoriale rivolta ad un campione di preadolescenti nojani sulla tematica della  Dipendenza. Penso che tra qualche mese potremo pubblicare gli esiti di tale lavoro.

 


Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI