Mercoledì 23 Ottobre 2019
   
Text Size

Comincia il periodo di Avvento. “La vostra liberazione è vicina”

pagina religione

 

Prima domenica di Avvento. Prima Lettura (Ger 33,14-16). Il profeta Geremia ci parla del compimento delle promesse di Dio fatte all’umanità attraverso l’immagine del germoglio, spuntato sul tronco di Jesse. È la profezia del Messia: è Lui il germoglio verde nato dal tronco ormai secco della dinastia di Davide; è Lui l’Atteso che renderà Gerusalemme una città nuova, non più abbandonata. Davvero, tutte le promesse di Dio sono divenute sì in Gesù Cristo (cfr. 2Cor 1,20).

Seconda Lettura (1 Ts 3,12-4,2). Come vivere nell’attesa del ritorno del Signore? Ecco la risposta di San Paolo: uscendo dall’egoismo, che rende sterile e vuota la nostra esistenza e crescendo nell’amore verso Dio e verso il prossimo. Soltanto in questo modo la vita della comunità e della società potrà migliorare.

Vangelo (Lc 21,25-28,34-36). Eccoci in Avvento: iniziamo un nuovo Anno liturgico in compagnia di Luca e il Vangelo - ad una prima lettura superficiale - ci mette in uno stato di ansia e di angoscia, facendo quasi da cassa di risonanza alle paure che viviamo in questi giorni, per tutto quello che accade attorno a noi. Avvertiamo come terribilmente vere le parole di Gesù: ci sentiamo crollare addosso il nostro mondo, che credevamo stabile e inviolabile. Questo brano del Vangelo appartiene al genere dell’apocalittica, parola greca che ha un significato bellissimo: significa “svelamento”, “rivelazione”. E qual è la “rivelazione” che Gesù fa? La troviamo condensata in due verbi: “risollevatevi” e “alzate il capo”. Sono questi i verbi dell’antipaura, della resurrezione e della speranza. Sono i verbi che parlano di un Dio che ci tende la mano e cammina con noi. Comprendiamo allora cos’è il tempo di Avvento: è il tempo dell’attesa di Dio, che ancora continua a rendersi presente nella nostra storia per lasciare la sua impronta di amore e di misericordia. A noi la capacità di scorgere i “segni” della sua venuta: piccoli germogli di bellezza e di luce in mezzo al buio. Buon cammino d’Avvento!

A cura di Piero Dell’Edera

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI