Giovedì 18 Luglio 2019
   
Text Size

“Discover” #17, le pillole musicali di Indiepercui 103

Noicattaro. Rubrica Indiepercui front

 

DISCOVER #17

 

Ohio Kid – Everyone was sleeping as if the Universe were a mistake (2016, autoprodotto)

Il progetto di Ohio Kid (Giulio Bonazzi, bolognese trapiantato a Lussembergo) è armonia consolatoria nei rigidi giorni di inverno. Il sound è cupo, minimale, melodie e chitarre sussurate che spingono ad un ascolto riflessivo. Il genere musicale si può inquadrare come indie-folk. Consigliatissimo.

Clicca qui per ascoltare lalbum

Clicca qui per ascoltare la nostra intervista

 

Marlene Kuntz – Il Vile (1996, Sonica/CPI)

Dopo il folgorante esordio di Catartica, la band cuneese Marlene Kuntz sforna un album che diventa ben presto un culto e siamo appena al secondo album di una band rock italiana cantanta in italiano. Sono gli anni doro della scena underground italiana, palasport pieni, dischi richiestissimi ma quasi ignorati dai principali mass media. Il Vile è un disco abbastanza cupo e noise, testi complessi che denotano un pregevole adattamento della lingua italiana allostico noise di sonic youthiana memoria. Liriche e code strumentali, brani che entrano ben presto nellimmaginario collettivo dellalternativo italiano come Ape Regina, Come Stavamo Ieri, Retrattile e la title track Il Vile. Dopo quasi 20 anni, la band porta in tour, in questi mesi, l'intero disco (Bari, Demodè, 10 Marzo).

Clicca qui per vedere il videoclip

Clicca qui per vedere l’apparizione su Rai Due (1997)

Staff Indiepercui 103

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Noicattaro. Discover 17 intero

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI